In tendenza

Priolo Gargallo, una festa dello sport per l’inaugurazione del playground

Due coloratissimi campi da basket e volley, con annessa una tribuna

Con una grande festa dedicata allo sport e ai giovani è stato inaugurato questa mattina il playground realizzato dall’Amministrazione comunale all’interno del parco Thapsosland, a Priolo Gargallo. Due coloratissimi campi da basket e volley, con annessa una tribuna.

A tagliare il nastro il sindaco Pippo Gianni, insieme ad alcuni bimbi presenti.

Il campo – ha detto l’assessore allo Sport, Patrizia Arangio – era pronto da un pò ma le restrizioni Covid non ci hanno permesso di consegnarlo alla cittadinanza prima di oggi. Adesso è tutto pronto, per voi. È fondamentale che i giovani abbiano spazi come questo, lo sport è vita. Chiedo ai piccoli atleti presenti una cosa importante, difendete questo spazio perché è vostro e di tutta la comunità. Voi siete qui per utilizzarlo, altri che non hanno rispetto del bene comune per vandalizzarlo. Ancora prima dell’inaugurazione sono state tagliate 6 transenne; questi vandali dimenticano che sono installate delle telecamere e prima o poi li beccheremo. Questo – ha continuato l’assessore Arangio – è un luogo fonte di gioco, di liberazione e di svago. Ringrazio gli allenatori, i presidenti delle società sportive presenti oggi perché tutti i giorni dell’anno portano avanti un lavoro importante, di collaborazione, condivisione, di educazione nei confronti di voi giovani. Rivolgo un ringraziamento particolare anche al dirigente del settore Cultura, Domenico Mercurio, che ha lavorato alla realizzazione dei campi, e allo staff che mi ha assistito questa mattina.”

Questo – ha commentato il sindaco Gianni – è uno dei tanti playground che saranno posizionati nel nostro paese. Non ci stiamo occupando solo di strade, acquedotti, fognature, scuole nuove, ma anche di campi sportivi, piscine, palestre, che sono tutti in via di completamento. Ci stiamo occupando dello sport in ogni ambito, stiamo attenzionando il Palaenichem, che è stato il fiore all’occhiello non solo di Priolo ma di tutta la Sicilia; vogliamo che questo paese torni a vivere nuovamente lo sport, come primo impegno sociale e culturale. Prego anch’io tutti voi di curare questo luogo. Abbiamo già compiuto 3 interventi in seguito ad atti di vandalismo. Alcuni ragazzi non hanno capito che i campi non sono miei o dell’assessore ma di voi tutti e i soldi spesi sono vostri. Il nostro impegno è di spendere bene questi soldi, per cose importanti, che possano restare in futuro. Nei prossimi giorni – ha fatto sapere il primo cittadino – dovremmo concludere l’operazione per portare a Priolo l’università; abbiamo già siglato un accordo con l’università Kore di Enna e siamo inseriti nella lista nazionale per ricevere i finanziamenti, 98 milioni di euro, per far nascere a Priolo un Centro Ricerca. Queste sono le cose che serviranno a voi, ai vostri figli, ai vostri nipoti, cose serie e importanti, fatti concreti. Buon divertimento a voi tutti”.

A benedire il play ground Padre Vinci. “Ho spiegato ai più piccoli – ha detto – che il termine benedire ha due parole unite insieme, bene e dire.  La benedizione oggi è soprattutto per le persone presenti e per quelle che frequenteranno questo luogo. La benedizione permane, viviamola, con tanta fede e fiducia”.

Presenti all’inaugurazione il presidente del Consiglio Alessandro Biamonte, gli assessori Diego Giarratana e Tonino Margagliotti, il capogruppo di maggioranza Luca Campione, il consigliere comunale Giuseppe Guzzardi, i responsabili delle squadre presenti in città: “Il Sorriso”, “La Fenice Basket”, “Salusport”, “Archimede Volley”, “Trogylos”. E poi, i veri protagonisti della giornata, tanti bimbi che hanno potuto finalmente  giocare nella nuova area sportiva.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo