In tendenza

Priolo: rom in azione, fermate dai Carabinieri, una denuncia

Due giovanissime ragazzine, entrambe minorenni di nazionalità croata, di 10 e 14 anni, provenienti dal campo rom catanese di viale Kennedy, sono state controllate dai Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo mentre si aggiravano tra le abitazioni del centro alle porte di Siracusa.

Le due rom, al momento del controllo, avevano riferito di essersi recate in quel luogo alla ricerca di lavoro e per chiedere l’elemosina, ma la perquisizione operata, con l’aiuto di personale femminile, ha fatto ritenere che gli intenti fossero totalmente diversi. Sotto l’abbigliamento le due giovanissime nascondevano due grossi cacciaviti lunghi oltre 25 cm, una lima e bustine di plastica rigida, generalmente utilizzate per forzare le serrature delle abitazioni.

A questo punto per le due rom è scattato l’immediato allontanamento dal territorio priolese, riaccompagnate dai genitori, e, per una di esse, la denuncia a piede libero al Tribunale dei Minori di Catania per possesso di oggetti atti allo scasso. Il controllo delle due rom è stato possibile anche grazie alle diverse segnalazioni effettuate da cittadini di quel comune che, insospettiti dalla loro presenza, hanno prontamente attivato i Carabinieri, postisi poi sulle loro tracce. Un gesto importante che è segno di una grande sensibilità di quei cittadini verso il loro territorio e dell’importante legame con la Benemerita.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo