In tendenza

Priolo, una porta “igienizzante” fuori dallo stabilimento Lukoil: la proposta del sindaco Gianni

Prima di accedere ai luoghi di lavoro, basta fermarsi 3 secondi sotto l’arco. La fotocellula riconosce subito la persona e aziona automaticamente l’impianto

Installare una “porta” nebulizzante all’ingresso delle aziende della zona industriale, in grado di igienizzare e disinfettare persone, abbigliamento e oggetti. La proposta è stata avanzata dal Sindaco di Priolo, Pippo Gianni, ai responsabili della Lukoil, interessata da una fermata che vede la presenza di migliaia di lavoratori e per questo luogo di probabile contagio.

Le misure di prevenzione già adottate, come il rilevamento della temperatura – ha detto il primo cittadino – potrebbero non risultare sufficienti. Già in aziende fuori dal nostro territorio sono state posizionate delle “porte” che garantiscono l’igiene e la sanificazione personale”.

Prima di accedere ai luoghi di lavoro, basta fermarsi 3 secondi sotto l’arco. La fotocellula riconosce subito la persona e aziona automaticamente l’impianto, attraverso la nebulizzazione di un prodotto sanificante che ripulisce da eventuali tracce di virus.

Grazie a questo sistema registrato al Ministero della Salute – ha continuato il Sindaco Gianni – sarà possibile garantire un maggiore grado di sicurezza e prevenzione all’interno dell’ambiente di lavoro. L’igienizzazione – ha detto ancora il primo cittadino – sarà assicurata non solo all’ingresso ma anche all’uscita dei lavoratori che, passando nuovamente sotto l’arco, torneranno a casa dai propri cari più sereni e con meno probabilità di trasmettere il virus. Una volta installata alla Lukoil – ha concluso Pippo Gianni – anche le altre aziende potrebbero seguire questo esempio, tutelando così la salute di tutti i lavoratori e dei loro familiari”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo