Problemi di comunicazione sul nuovo calendario di raccolta differenziata. Siracusa Sostenibile: “migliorare l’informazione”

Una sfida così ambiziosa necessita di un impegno maggiore e da parte di tutti, Comune in primis, gestore della raccolta e cittadini, i quali, però, devono essere messi a conoscenza delle regole imposte dal Comune

Dal 2 dicembre è cambiato il calendario di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti a Siracusa. E dal 2 dicembre sono iniziati i primi problemi di comunicazione, considerato che non tutti i cittadini hanno oggi chiare modalità e giorni di raccolta e anche i ben predisposti (tralasciando per il momento gli “sporcaccioni cronici”) si stanno trovando in confusione. Nessuna “cartolina” a casa, nonostante questa modifica del servizio particolarmente importante e su un territorio così vasto imponga una comunicazione più capillare e più chiara. Si tratta di un ampliamento necessario per poter chiudere la parentesi infausta dell’ultima gara annullata in vista dell’aggiudicazione di quella nuova che sta procedendo davanti alla commissione Urega, ma è indubbio che sono stati fatti evidenti errori di comunicazione.

Il comitato Siracusa Sostenibile – per voce di Pier Francesco Rizza, Lucilla Bocchetti e Raffaele Grienti – invita l’amministrazione alla distribuzione di una brochure informativa cartacea per tutte le utenze, domestiche e non, con una guida aggiornata al rifiuto, corredato da un attività più massiccia di informazione, al fine di evitare disagi per i cittadini e rifiuti sparsi in città.

“Una sfida così ambiziosa necessita di un impegno maggiore e da parte di tutti, Comune in primis, gestore della raccolta e cittadini, i quali, però, devono essere messi a conoscenza delle regole imposte dal Comune e consapevoli della circostanza che sono soggetti a sanzione – dicono i tre – abbiamo letto di maggiori controlli sul territorio ed è corretto, ma tale azione presuppone prima una corretta e capillare informazione dei cittadini poiché diversamente la sanzione comminata può trasformarsi in vessazione nei confronti dei tanti cittadini inconsapevoli. E infatti Il sito web del Comune non è ancora completo di informazioni di dettaglio e chiediamo per questo motivo maggiore attenzione. La nostra maggiore preoccupazione sulla criticità di questa azione di informazione è legata alle persone più anziane che non usufruiscono del servizio della rete internet o tablet o smartphone e quindi possono essere raggiunti solo con una capillare informazione porta a porta. A tal fine Siracusa Sostenibile ha promosso, con successo, una campagna informativa sui social in ordine al calendario delle utenze domestiche riscontrando appunto i punti deboli della campagna informativa dell’amministrazione comunale e del gestore. Invitiamo, quindi, l’amministrazione comunale e il gestore della raccolta ad adottare, con urgenza, tutte le azioni al fine di migliorare l’informazione dei cittadini”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo