In tendenza

Raccolta rifiuti a seguito dell’emergenza Covid: a Solarino servizio interrotto, non c’è più la copertura finanziaria

Da oggi la ditta specializzata a ritirare i rifiuti delle persone contagiate non potrà effettuare il ritiro, ma svolgerà l’ultimo servizio venerdì prossimo

Le persone contagiate dal covid hanno un servizio di raccolta rifiuti differenziato rispetto al resto della popolazione, infatti i rifiuti prodotti da queste persone vengono definiti di categoria “A”. L’Asp, che è deputata alla raccolta dei rifiuti speciali, ha demandato ai Comuni l’incombenza poiché, con un numero così alto di contagiati, non poteva garantire il servizio in tutti i Comuni della Provincia. Con nota dell’11 gennaio scorso, l’Asp ha ribadito questa difficoltà, invitando il Comune di Solarino a continuare il prelievo e lo smaltimento dei rifiuti di categoria “A”.

Il sindaco Sebastiano Scorpo ha quindi firmato un’ordinanza d’urgenza per consentire il prosieguo della raccolta dei rifiuti, contando su una spesa di quasi 200 mila euro fino alla fine del mese di marzo. Questa spesa è stata inserita nel bilancio previsionale 2022/24 in discussione lo scorso 14 gennaio, che però il Consiglio comunale ha deciso di rinviare al 28 febbraio. In sede di Consiglio è stato illustrato che in caso di rinvio sarebbe stata quasi certa interruzione del servizio raccolta, perché l’ordinanza sindacale non aveva copertura finanziaria. Questa mattina il sindaco è stato costretto a revocare l’ordinanza poiché l’ufficio ragioneria non dava la copertura finanziaria necessaria.

Da oggi la ditta specializzata a ritirare i rifiuti delle persone contagiate non potrà effettuare il ritiro, ma svolgerà l’ultimo servizio venerdì prossimo. Di questa situazione il sindaco sta informando Asp e Prefettura, inoltre ha comunicato all’ufficio Ragioneria di predisporre con urgenza una variazione al bilancio provvisorio, da proporre in brevissimo tempo al Consiglio comunale, per trovare la necessaria copertura finanziaria della raccolta rifiuti di categoria “A”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo