In tendenza

Rifiuti abbandonati e bruciati, lo sfogo del sindaco di Floridia: “servono pene restrittive”

Marco Carianni così come molti colleghi della provincia aretusea ammette di sentirsi quasi impotente davanti a questo diffuso fenomeno di inciviltà

Immondizia abbandonata e poi bruciata. Discariche abusive ripulite e ricreate. Nel giro di pochi giorni, solo qualche ora a volte. Contro questo lottano oggi i sindaci che non hanno armi sufficienti né aiuti dalle istituzioni.

Nonostante le campagne informative e il ricorso massiccio alle sanzioni, la battaglia è ancora lunga. Servono armi più forti. Ne è certo il sindaco di Floridia Marco Carianni che chiede punizioni severe contro chi abbandona rifiuti.

Poche settimane fa abbiamo ripulito una discarica a cui era stato anche dato fuoco – spiega –, e che puntualmente è stata riformata. In quel momento era possibile smaltire i rifiuti negli impianti che oggi, invece, sono saturi e non ci consentono di conferire. A oggi abbiamo, quindi, notevoli difficoltà a rimuovere tutta questa spazzatura indifferenziata dalle strade. L’unico modo per porre rimedio a questa situazione, che ormai è patologica, è quella di introdurre delle pene restrittive nei confronti di chi pratica qualsiasi forma di abbandono dei rifiuti. La Polizia Municipale ha elevato circa 100 sanzioni contro gli incivili ma solo in pochi le hanno pagate. Basta con le grandi riflessioni, servono norme coraggiose contro gli indegni che sporcano l’immagine di intere comunità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo