In tendenza

Rinviata a giudizio l’ex soprintendente ai beni culturali di Siracusa

Abuso d'ufficio, minacce e violenza a incaricato di pubblico servizio

L’ex soprintendente ai beni culturali di Siracusa, Rosalba Panvini, è stata rinviata a giudizio per abuso d’ufficio, minacce e violenza a incaricato di pubblico servizio dal gup del tribunale di Siracusa, Carmen Scapellato.  Si tratta di una vicenda che ha preso il via dalle accuse di atteggiamenti vessatori dell’allora soprintendentente verso il personale della sezione archeologica.

Punto nodale della vicenda (Pm Tommaso Pagano), il demansionamento del dirigente dell’unità archeologica che ne avrebbe “minato” l’immagine professionale e le presunte minacce nei confronti di una funzionaria della stessa sezione su un procedimento riguardante lavori a Marianelli, all’interno dell’oasi di Vendicari. L’ex soprintendente l’avrebbe costretta (pena procedimenti disciplinari) a redigere la relazione a seguito di un sopralluogo senza menzionare l’elevato interesse archeologico dell’area.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo