In tendenza

Rosolini, partita la missione umanitaria per l’Ucraina: 33 bancali di beni in viaggio per la Polonia

Nelle prossime 48 ore la merce verrà consegnata ad Andrzej Tomasak uno dei manager del Dipartimento di Sicurezza e Gestione della crisi in Ucraina

È partito alle 15 da Rosolini il carico umanitario per l’Ucraina con destinazione Lublino, in Polonia, al confine con il Paese sotto attacco da parte della Russia. Il Tir della Di Martino Spa di Catania, ha caricato al Tensostatico di Granati Nuovi i 33 bancali con prodotti e medicinali di prima necessità destinati al popolo in guerra. Nelle prossime 48 ore la merce verrà consegnata ad Andrzej Tomasak uno dei manager del Dipartimento di Sicurezza e Gestione della crisi in Ucraina.

Con il Comune di Rosolini in dissesto finanziario – dice il sindaco Giovanni Spadola- senza l’aiuto delle otto aziende private sarebbe stato impossibile potere affrontare le spese del viaggio. Pertanto mi corre l’obbligo ringraziare pubblicamente il centro commerciale Spadola, Galazzo Automobili, Bio Verde Schifitto, Agri Iblea di Giorgio Agosta, Farmacia Cataudella, Farmacia Sacro Cuore, Autoricambi Micieli e Tornado Evolution della famiglia Sortino per lo sforzo economico che hanno sostenuto“.

Il sindaco prosegue: ” Un grazie di cuore alla famiglia Sortino che ha coinvolto l’azienda di autotrasporti che ha deciso di fare il viaggio per il Comune di Rosolini“. Il primo cittadino ha poi ribadito l’impegno di tutte le associazioni di volontariato, quelle culturali e sportive di Rosolini, che si sono prodigate nel raccogliere e confezionare la merce nei quattro giorni della raccolta, con la Misericordia ed il Corpo nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici italiani, rimasti al Tensostatico fino al momento della partenza della merce.

È lunga la lista delle persone che hanno collaborato per portare aiuti al popolo dell’Est Europa che sta soffrendo. Elencarli tutti è impossibile, servirebbe un grande sforzo di memoria. Il mio grazie va pure al professore Salvatore Cavallo e Giovanni Trombatore per la logistica, nonchè Grafiche Santocono che ha curato le stampe della missione. Sono invece migliaia le persone che hanno dimostrato di avere un grande cuore portando al Tensostatico gli aiuti umanitari. Non solo cittadini rosolinesi, ma anche persone di altre province. La loro generosità – conclude Spadola – sarà apprezzata da un popolo libero e democratico, aggredito senza un perchè”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo