Covid, a Siracusa sono 159 i nuovi contagi. Musumeci: “in Sicilia vaccini J&J a metà aprile”

In tendenza

Ruba un’auto, ma poi si accorge dell’antifurto satellitare e va a confessare il furto ai Carabinieri di Rosolini

L'uomo è stato denunciato per furto aggravato

La scorsa serata, un singolare episodio si è registrato alla stazione dei Carabinieri di Rosolini. Un uomo di 45 anni, S.S. originario di Scicli, nel ragusano, già noto ai Carabinieri per i suoi precedenti penali, si è presentato alla stazione di Rosolini per confessare di avere rubato poco prima un’autovettura a Scicli.

L’uomo ha raccontato ai militari che mentre camminava per strada a Scicli aveva notato che l’autovettura, una Toyota Rav4, era stata parcheggiata sulla pubblica via con le chiavi inserite nel quadro d’accensione. L’occasione è gli era apparsa tanto ghiotta da non pensarci due volte, e si era messo alla guida della vettura allontanandosi verso Rosolini.

Tuttavia, giunto nel comune siracusano, e probabilmente accortosi anche che l’autovettura era monitorata da antifurto satellitare, l’uomo aveva ripensato al suo misfatto ed aveva deciso quindi di dirigersi in caserma per confessare il furto.

I Carabinieri hanno restituito il mezzo al legittimo proprietario e hanno deferito in stato di libertà il ladro pentito all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo