In tendenza

Sanità, Ternullo (FI): “Sia concessa la proroga ai precari dell’Asp di Siracusa nell’attesa della stabilizzazione”

"Ho già avviato le interlocuzioni a livello nazionale affinché la vicenda possa essere seguita con cura e solerzia" ha proseguito la parlamentare

Accolgo con favore la proroga dei 758 lavoratori precari dell’Asp 6 di Palermo, ai quali sono stati firmati i rinnovi fino al 15 gennaio prossimo. Ma non basta. Con la curva epidemiologica che continua a salire, non possiamo farci cogliere impreparati. Chiedo intanto al dirigente generale dell’Asp 8 di Siracusa, unitamente al direttore sanitario, che la stessa cosa venga attuata per i precari della provincia aretusea, nell’attesa che da Roma si proceda, in nome del buon senso, alla definitiva stabilizzazione di tale personale”. L’appello arriva direttamente dalla parlamentare regionale all’Ars di Forza Italia, Daniela Ternullo. Per la parlamentare regionale infatti, la proroga per i precari dell’Asp aretusea sarebbe un riconoscimento per il lavoro fin qui svolto durante la pandemia per il Covid.

Si tratta di veri e propri eroi della lotta contro il Covid – ha proseguito -, che in questi anni non si sono risparmiati. Ho già avviato le interlocuzioni a livello nazionale affinché la vicenda possa essere seguita con cura e solerzia. Fa ben sperare che dal Governo centrale c’è l’apertura a inserire in finanziaria la norma che mira alla stabilizzazione di tutti i precari della sanità. Seguirò con attenzione l’evoluzione del suo percorso“.

Sulla vicenda è intervenuto anche il deputato regionale della Lega, Giovanni Cafeo che ha puntato il dito contro l’assessore alla Salute, Ruggero Razza “L’assessore Razza ha dichiarato pubblicamente che la stabilizzazione dei precari covid negli ospedali in Sicilia è soltanto una “balla”, si tratta evidentemente di parole irresponsabili, pronunciate tra l’altro da chi è stato nominato per fare gli interessi dei siciliani e non cercare di demolirne i diritti”.

Per Cafeo la stabilizzazione dei precari, oltre ad essere quanto mai opportuna nell’ottica della gestione di una pandemia verso la quale non ci sono previsioni a lungo termine, “non è una concessione ma è prevista nella legge di stabilità nazionale presentata al Parlamento;  se l’assessore Razza intende disattendere la norma o peggio è venuto a conoscenza di elementi che la rendano inapplicabile lo faccia immediatamente presente; in alternativa torni ad occuparsi della sua importante rubrica – conclude Cafeo – visto che il lavoro da fare, purtroppo, non manca”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo