In tendenza

Sedici comuni della provincia di Siracusa (capoluogo incluso) confermati in zona arancione

Proroga fino al 26 gennaio

Altri 11 Comuni siciliani in “zona arancione” da venerdì 21 gennaio sino al 2 febbraio (compreso). Si tratta di Acate, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Ispica, Modica, Pozzallo, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli e Vittoria, in provincia di Ragusa, e di Aragona nell’Agrigentino. Lo dispone l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, su proposta del dipartimento regionale Asoe, per contenere i contagi da Coronavirus.

Con la stessa ordinanza è prorogata la “zona arancione” fino a mercoledì 26 gennaio (compreso) nei seguenti territori:

– nella provincia di Caltanissetta: Caltanissetta, Gela,
– nella provincia di Agrigento: Canicattì
– nella provincia di Siracusa: Solarino, Augusta, Canicattini Bagni, Avola, Priolo Gargallo, Carlentini, Noto, Francofonte, Palazzolo Acreide, Rosolini, Lentini, Melilli, Siracusa, Pachino, Floridia e Sortino.

Scendono così a 125 i Comuni per i quali è attualmente disposta la “zona arancione”. Restano in giallo in provincia di Siracusa solo Cassaro e Portopalo considerato che per Buscemi, Buccheri e Ferla non è ancora scaduto il provvedimento e terminerà il 26 gennaio in coincidenza con gli altri comuni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo