In tendenza

Seppellimento di Santa Lucia in prestito da Siracusa a Catania. Il sindaco Italia: “impercorribile nell’anno luciano, non posso essere a favore”

"Quando il Caravaggio venne trasferito a Rovereto, a chilometri di distanza, si parlava di un restauro fondamentale per la tela"

L’ipotesi di trasferire “Il seppellimento di Santa Lucia” del Caravaggio a Catania non piace al sindaco di Siracusa, Francesco Italia: “mon la ritengo percorribile, non posso essere a favore di questa scelta”. Quattro anni fa lo stesso dipinto venne trasferito per una mostra temporanea al Mart di Rovereto e furono parecchi gli scontri tra politici, artisti ed esperti.

Ma il primo cittadino ci tiene a sottolineare le differenze tra allora e adesso, a partire dal fatto che il Mart si impegnò alla copertura finanziaria e agli oneri per la ricollocazione in sicurezza del dipinto oltre all’istallazione nella chiesa di Santa Lucia al Sepolcro di un sistema di anti intrusione e videosorveglianza e al restauro.

“Quando il Caravaggio venne trasferito a Rovereto, a chilometri di distanza, si parlava di un restauro fondamentale per la tela – stigmatizza Italia – In questo caso, proprio nell’anno luciano in cui è atteso l’arrivo del corpo di Santa Lucia, si vorrebbe spostare per la stagione estiva uno dei patrimoni della città, a circa 50 km di distanza. Non potrei mai essere d’accordo con tale scelta”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni