Fuori servizio di Versalis: “restate chiusi in casa”, la Protezione civile di Melilli avverte i cittadini

In via precauzionale e finché il vento non ha disperso quanto presente nell’aria, i cittadini sono rimasti chiusi in casa

Fuori servizio dell’impianto Etilene della Versalis in fase di avviamento, intorno alle 8, sulla rete vapore di diluizione ai forni, e la Protezione civile del Comune di Melilli invita i cittadini a restare in casa con porte e finestre chiuse.

Intorno alle 10, la popolazione ha cominciato ad avvertire “disagi olfattivi” e l’ufficio di Protezione civile si è arrivato fin dalle prime segnalazioni. I tecnici Versalis hanno intanto individuato la causa dell’evento riferendo di una perdita di idrocarburi miscelata a vapore, ma i responsabili dell’azienda tengono a precisare che la percentuale di idrocarburi fuoriuscita è minima.

L’evento, durato alcuni minuti, ha provocato l’emissione di vapore acqueo con tracce di idrocarburi. Il vapore è stato immediatamente intercettato e il circuito è stato immediatamente messo in sicurezza.

Dai successivi controlli effettuati, le centraline di rilevazione del Cipa (Consorizio Industriale per la Protezione Ambiente) non hanno registrato criticità.

Le condizioni meteo, con una percentuale elevata di umidità e in assenza di vento, non consentono però il disperdersi di questa cappa con la conseguenza che i miasmi continuano a essere avvertiti.

In via precauzionale e fino alle 14, quando il vento ha disperso gli inquinanti presenti nell’aria, i cittadini sono dovuti restare chiusi in casa.

È stata data pronta informativa agli Enti Esterni, inclusa la Protezione Civile di Priolo e di Melilli, ai sensi del Protocollo d’Intesa e l’Arpa ha svolto un sopralluogo nell’impianto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo