In tendenza

Sicilia in zona gialla, riparte la cultura a Siracusa ma per la ripresa totale bisognerà aspettare

Per la Fonte Aretusa e altri siti comunali (tra cui il museo dei pupi e l’Artemision) i lavori per la ripartenza sono ancora in corso

Con la zona gialla in Sicilia riparte la cultura anche a Siracusa, ma per poter usufruire di alcuni siti bisognerà aspettare l’1 giugno. Mentre da ieri, infatti, hanno riaperto i battenti il Parco archeologico della Neapolis, l’area di Akrai a Palazzolo Acreide, la villa del Tellaro a Noto e il museo Paolo Orsi a Siracusa, per la Fonte Aretusa e altri siti comunali (tra cui il museo dei pupi e l’Artemision) i lavori per la ripartenza sono ancora in corso.

“Si tratta di uno slittamento di qualche giorno che servirà a garantire la pulizia della Fonte Aretusa e quindi la massima fruizione per turisti e cittadini” – spiega Fabio Granata, assessore alla Cultura. QUI l’intervista all’assessore Granata

Quest’ultimo, assieme al sindaco Francesco Italia, è al lavoro per preparare un’estate ricca di eventi culturali tra cui la seconda edizione del premio per l’editoria, il premio Custodi della bellezza, le rassegne letterarie a villa Reimann e all’ex liceo Gargallo.

In un futuro prossimo si guarda all’autunno, quando dovrà essere redatto il cartellone degli spettacoli al teatro comunale. “Dopo aver nominato un direttore artistico, adesso il prossimo passaggio sarà programmare la stagione invernale. Fermo restando che il teatro sarà aperto e visitabile anche in estate” – continua Granata.

Insomma, la carne al fuoco c’è, ma bisogna ancora aspettare. Resta il fatto che in alcuni casi, come quello della Fonte Aretusa, il ritardo nella riapertura fa storcere il naso dopo mesi e mesi di chiusura.

Altra nota dolente è il rilancio del parco archeologico che, pur essendo stato riqualificato per molti aspetti, non è riuscito a riaprire con il nuovo percorso dalla Grotta dei Cordari alla Tomba di Archimede. Una novità già annunciata nei mesi scorsi anche dall’assessore regionale alla Cultura, Alberto Samonà, il quale però rassicura che i tempi per la realizzazione del progetto saranno molto brevi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo