In tendenza

Siracusa, 734: Il movimento politico civico si presenta in un video

Tra gli obiettivi con cui il Movimento civico “734” guarda alla possibilità di essere protagonista di scelte amministrative diverse da quelle che fino ad oggi hanno caratterizzato il Comune di Siracusa, c’è la volontà di dare centralità alla “persona”, nella consapevolezza che sia il fine ultimo delle decisioni della politica cittadina il cui mezzo sono le risorse disponibili e non il viceversa. La storia del disagio sociale della nostra comunità, condita spesso nelle cronache quotidiane di paure per la nascita di baby gang o per il verificarsi di episodi di bullismo, va affrontata anche a monte del ventaglio di interventi che gli amministratori di una città possono mettere in campo quando si trovano di fronte ad un bambino che va allontanato dalla famiglia di origine.

In questo senso, anche dall’analisi dell’azione amministrativa cittadina, è emersa una insufficiente attenzione verso il ruolo delle famiglie etero affidatarie, cui il Comune di Siracusa dedica una striminzita riga al capitolo 17484 del bilancio comunale, nonostante – tra le possibilità in campo per intervenire sui minori – si tratti di una strada affettivamente più solida. Noi riteniamo che bisogna cominciare a guardare le cose con occhi diversi, immaginando che mettendo la “persona” come fine ultimo delle nostre scelte si possano anche raggiungere con minori costi maggiori servizi. Il vantaggio in questo caso – ci teniamo a precisarlo – non é solo di natura economica, perché un minore accolto in una famiglia affidataria vive senza dubbio un’esperienza qualitativamente assai più costruttiva (sul versante psicologico-affettivo) rispetto a quella di un suo inserimento in una comunità alloggio (per quanto valida possa essere). Pensiamo quindi che sarà obiettivo della prossima Amministrazione cittadina incentivare le politiche di affido, sostenendo il ruolo che le famiglie etero affidatarie possono svolgere nella nostra città.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo