In tendenza

Siracusa, “aiutateci a rendere funzionale la nostra casa in Romania per accogliere i profughi Ucraini”

La casa di tre piani ha 8 stanze, 24 posti letto e bagni, che potrà ospitare almeno a 40 profughi acquistando nuovi letti

Da Siracusa ancora un’iniziativa benefica a sostegno del popolo ucraino, martoriato dalla guerra. È quella messa in campo dalle Figlie della Misericordia e della Croce, che a Siracusa gestiscono una casa di riposo in via Grottasanta, ma che sono pronte ad ospitare i profughi ucraini in una loro struttura già presente da anni in Romania, più precisamente Buruienesti, una cittadina di poche migliaia di abitanti nella parte orientale che confina con la Moldavia.

Bambini e madri stanno fuggendo dall’Ucraina dopo che le loro città sono state distrutte dalle operazioni militari russe, che hanno costretto migliaia di famiglie a lasciare le loro case per cercare sicurezza.

Secondo le Nazioni Unite, i combattimenti hanno costretto bambini e famiglie a cercare rifugio nei paesi vicini, con oltre 500.000 sfollati. Più di 67.000 persone sono già entrate in Romania ai primi di marzo, alcune viaggiando a piedi con il minimo ingombro (dati Nazioni Unite 2 marzo 2022).

Mentre continuano le temperature rigide nella regione, i bambini sfollati hanno affrontato lunghe notti e giorni esposti a condizioni brutali e sotto zero. Bambini in difficoltà e madri stanno scappando dalle bombe mentre hanno lasciato i loro padri e mariti alle spalle dopo che le autorità hanno ordinato agli uomini ucraini di età compresa tra i 18 e i 60 anni di restare e combattere.

Le Figlie delle Misericordia e della Croce sono in Romania dal 1992. Nei giorni scorsi hanno ricevuto la richiesta del sindaco di mettere a disposizione la struttura di Buruienesti per accogliere i profughi ucraini. Le suore hanno subito accettato e stanno sistemando i locali per l’accoglienza.

Siamo molto preoccupati per i bambini e le loro famiglie – afferma suor Gabriella Ruggieri, Madre Generale dell’Istituto – Le nostre suore stanno cercando di dare conforto alle persone che arrivano in Romania a un ritmo allarmante, al freddo e senza mezzi. Questi bambini hanno sperimentato cose a cui nessun bambino dovrebbe mai essere esposto. È fondamentale che tutti i bambini che entrano nei paesi vicini, inclusa la Romania, siano protetti e abbiano accesso a cibo salvavita, acqua pulita e riparo”.

La casa di tre piani ha 8 stanze, 24 posti letto e bagni, che potrà ospitare almeno a 40 profughi acquistando nuovi letti. Le suore si stanno preparando a distribuire beni di prima necessità con il comune di Buruienesti e allestire spazi in cui i bambini abbiano un posto sicuro dove giocare, imparare e far fronte al dolore e alla perdita. Per renderla funzionale, serve riparare la caldaia per poter scaldare donne e bambini in questo freddo e inquietante inverno continentale. Inoltre, si stanno preparando invii di coperte, vestiti e beni di prima necessità. Stanno poi allestendo una piccola aula per poter mantenere un’attività educativa e ricreativa per i bambini.

Nello specifico servono 10.000 euro per sostituire la caldaia e fare l’allacciamento alla rete del gas della casa di Buruienesti; 2.500 euro per materassi, coperte, vestiti e giochi e quaderni per i bambini e 1.000 euro per acquisto cibo e medicinali per un mese

Chiunque volesse aiutare le Figlie della Misericordia e della Croce può farlo con una donazione a Mercy in Action Onlus: IBAN IT 85 B 0760 1046 0000 1018083533. Causale: Emergenza Ucraina

Per informazioni scrivi a info@mercyinaction.it


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo