In tendenza

Siracusa, all’arrivo dei Carabinieri lancia una borsa sui tetti: al suo interno due pistole

Nell’abitazione i militari hanno rinvenuto, nascosti tra gli abiti, oltre 14 mila euro in contanti

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Siracusa hanno arrestato un 35enne siracusano per detenzione illegale di armi clandestine. Nella mattinata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo insieme ai colleghi della Compagnia di Siracusa si sono recati presso l’abitazione dell’uomo per effettuare una perquisizione alla ricerca di armi, ma nessuno ha aperto la porta nonostante si sentissero rumori dall’interno.

Poco dopo, i militari appostati lungo il perimetro dell’abitazione, hanno visto il 35enne salire sul terrazzo e tentare di disfarsi di una borsa lanciandola in una vicina abitazione abbandonata e coperta dalla vegetazione.

Accortosi della presenza dei Carabinieri, l’uomo è tornato in casa e, dopo alcuni minuti, ha aperto la porta. Nell’abitazione i militari hanno rinvenuto, nascosti tra gli abiti, oltre 14 mila euro in contanti.

Gli operanti hanno allora esteso le ricerche alle abitazioni vicine e, grazie all’impiego di un drone, hanno individuato la borsa su un terrazzino poco distante dall’abitazione, trovando al suo interno e avvolti in dei calzini, un revolver e una pistola semi automatica, entrambi con la matricola abrasa e con il rispettivo munizionamento.

L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Ragusa. Le armi sono state sequestrate e saranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche Carabinieri Messina per verificare passati impieghi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo