In tendenza

Siracusa, arriva effi100: la killer application che da’ una mano ai consumi e all’ambiente

Uno smart meter che, grazie a un’app dedicata, consente di leggere in tempo reale i consumi sul proprio smartphone o tablet e di tenere agevolmente sotto controllo la propria “fattura energetica”

La parola d’ordine è consapevolezza. Mettere a disposizione dell’utenza uno strumento fortemente innovativo, nel quale sono condensati circa dieci anni di ricerca, per aiutare a gestire in maniera consapevole i propri consumi elettrici, vuol dire molto di più che un semplice risparmio in bolletta. Vuol dire, ad esempio, individuare strumenti ed apparecchiature energivore e con questo dare, concretamente, una mano a ridurre pure il “peso” della produzione di energia sull’ambiente. Avere dei consumi in linea con le effettive esigenze e senza inutili aggravi di costi, con in più l’immediatezza e la semplicità di lettura di quanto e come si spende in energia elettrica, è un risultato adesso possibile.

Il Gruppo Onda, assieme al Dipartimento di ingegneria elettrica, elettronica e informatica dell’Università degli Studi di Catania (Dieei) e all’Istituto Euro Mediterraneo di Scienza e Tecnologia di Palermo (Iemest), ha messo a punto Effi100, uno smart meter che, grazie a un’app dedicata, consente di leggere in tempo reale i consumi sul proprio smartphone o tablet e di tenere agevolmente sotto controllo la propria “fattura energetica”, individuando tempestivamente dove intervenire per riallineare i propri consumi (ordinariamente viene utilizzata nelle utenze domestiche) le “firme” dei singoli apparati.

Effi100 verrà presentato nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà domani nella terrazza della sede operativa del Gruppo Onda a Siracusa, via Savoia 38. Interverranno: ing. Luigi Martines, presidente Gruppo Onda; prof. Orazio Tomarchio, docente di sistemi di elaborazione delle informazioni dell’Università degli Studi di Catania; prof. Bartolo Sammartino, presidente IEMEST. Coordinerà i lavori la giornalista Flaminia Belfiore.

“Quello ottenuto è un risultato che non esitiamo a definire assolutamente straordinario, è il frutto di un lavoro sinergico con punte di eccellenza della ricerca più avanzata che abbiamo sul nostro territorio – ha commentato l’ingegnere Luigi Martines, ceo del Gruppo Onda -. Siamo orgogliosi della strada fatta e consapevoli di quanta ne possiamo fare ancora: EFFI100 è un’idea fortemente innovativa che parte da un Mezzogiorno quanto mai vivo e vitale che, anche in quest’ultimo anno davvero complicato per via dell’emergenza coronavirus, sta sapendo dimostrare di cosa sia capace”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo