In tendenza

Siracusa, “Asp renda noti i dati sulla situazione sanitaria e sui rimedi adottati”: l’appello alla trasparenza di Lealtà e Condivisione

Informazioni chieste su posti letti per scenario di gravità, report giornalieri aggiornati sulla saturazione dei posti letto e una gestione efficiente e organizzata delle Usca territoriali

“Esprimiamo profonda preoccupazione per la situazione sanitaria locale, contrassegnata da un’evidente mancanza di trasparenza e di programmazione, con conseguente e ulteriore indebolimento di un sistema già fortemente provato da anni di malgoverno regionale. Basti citare i continui report sulla saturazione cronica di posti letto nei reparti covid dell’Umberto I di Siracusa, confermata da voci autorevoli come l’ex primario delle malattie infettive e consulente del sindaco Gaetano Scifo, con conseguente dirottamento dei pazienti in centri covid periferici sprovvisti di reparti di terapia intensiva, le continue segnalazioni circa i disservizi delle Usca territoriali, numericamente inferiori rispetto agli standard normativi e prive di un efficace coordinamento, anche per via di inammissibili diatribe interne all’azienda”. A parlare è il presidente del movimento politico Lealtà e Condivisione, Ezio Guglielmo, che in attesa degli ispettori del Ministero della Salute (inviati per fare chiarezza sulle affermazioni del dirigente generale dell’assessorato regionale alla Salute sui posti di terapia intensiva attivi in Sicilia), ritene doveroso e opportuno che, per la parte che la riguarda, sia l’Asp di Siracusa a rendere nota la disponibilità di tali posti in provincia.

“Tutto questo è inaccettabile, specialmente in questa fase pandemica in cui sta venendo meno il ruolo del Servizio Sanitario Nazionale, con i comuni cittadini costretti a rivolgersi al pronto soccorso, a laboratori privati, a conoscenze personali, se non a mezzi di informazione e ai sindaci per ricevere la dovuta assistenza sanitaria – dice Guglielmo – Chiediamo, pertanto, al direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Siracusa di rendere noto alle istituzioni e alle comunità locali il cronoprogramma di attivazione dei posti letti per scenario di gravità, report giornalieri aggiornati sulla saturazione dei posti letto, e di provvedere a una gestione efficiente e organizzata delle Usca territoriali per limitare il sovraffollamento ospedaliero”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo