In tendenza

Siracusa, Bando di Igiene Urbana: i lavoratori Igm tuonano in Piazza Duomo. “Nessuna tutela per i posti di lavoro”

Dipendenti dell’Igm in Piazza Duomo a difesa del posto di lavoro. Dalle prime ore di stamattina un capannello di dipendenti della ditta che gestisce il servizio di raccolta rifiuti sta montando una forma di protesta contro il nuovo appalto di Igiene Urbana, appena pubblicato dall’Urega. Gli operatori temono che il nuovo capitolato d’appalto sia insufficiente per tutelare tutti i 270 posti di lavoro.

In base a questo – afferma Paolo Iacono per Ugl – saremmo in esubero, anche se il bando appena pubblicato prevede in aggiunta il servizio di raccolta differenziata, che da solo impiegherebbe 250 unità ponendoci non più in eccesso ma in difetto“. Per questo motivo lavoratori e sindacati stanno chiedendo con forza il ritiro dell’attuale bando e la stesura di uno nuovo.

Inoltre – afferma Gianni Marchese della segreteria Funzione pubblica Cgil – se l’amministrazione resterà sorda alle nostre richieste odierne, per il 12 gennaio abbiamo già organizzato uno sciopero generale“. Oltre alla tutela dei posti di lavoro, ciò che fa storcere il naso ai sindacati è anche la mancanza di confronto prima della stesura del nuovo bando. “Inaccettabile – tuona Marchese- perchè esiste un accordo quadro del 2013 che stabilisce come gli appalti debbano essere creati in accordo con i sindacati, cosa che in questo frangente non è avvenuta“.

L’amministrazione dal canto proprio si difende e per fornire tutte le rassicurazioni del caso ha deciso di incontrare i lavoratori di Igm alle 11:30 nell’aula consiliare al quarto piano di Palazzo Vermexio

Nel video le parole dei sindacati e le rassicurazioni dell’assessore all’Ecologia e Ambiente, Francesco Italia


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo