In tendenza

Siracusa, caso Scieri: al processo di Pisa in 3 scelgono l’abbreviato e 2 il rito ordinario

Celentano, Antico e Romondia hanno scelto di andare avanti con il rito abbreviato mentre Panella e Zabara hanno optato per quello ordinario

Entra nel vivo il processo sul caso Scieri, il parà siracusano morto nel 1999 all’interno della caserma Gamerra, con l’ultima udienza preliminare svolta oggi al Tribunale di Pisa. Alla sbarra, con l’accusa di omicidio volontario con l’aggravante dei futili motivi, i tre ex caporali della Folgore Alessandro Panella, Luigi Zabara e Andrea Antico e i due ex ufficiali, accusati di favoreggiamento, Enrico Celentano, all’epoca dei fatti comandante dei paracadutisti, e l’ex ufficiale in congedo Salvatore Romondia.

Celentano, Antico e Romondia hanno scelto di andare avanti con il rito abbreviato mentre Panella e Zabara hanno optato per quello ordinario. Durante la precedente udienza, svolta lo scorso 7 maggio si era assistito a un primo colpo di scena con l’ex caporale Panella che aveva revocato il mandato ai suoi difensori con effetto immediato. Il tutto il giorno precedente l’udienza.

Oggi, invece, nessuna sorpresa ma qualche spunto di riflessione. Antico, infatti, ha voluto fornire dichiarazioni spontanee in cui ha professato la propria innocenza. Romondia invece ha chiesto di essere interrogato, confermando come il giorno del ritrovamento del corpo di Scieri svolgesse il ruolo di ufficiale di ispezione. Incalzato dal Pm sul proprio operato, però, l’ex ufficiale avrebbe più volte riferito di “non ricordare” chi lo avesse avvisato del ritrovamento di Scieri, né chi avrebbe informato del fatto, presumendo però di aver contattato i propri superiori.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 24 settembre con la requisitoria del Pm, 3 giorni dopo sarà il turno delle parti civili e della discussione finale per quanto riguarda Antico. Il 4 ottobre si terrà la discussione su Romondia e Celentano, infine l’11 dello stesso mese sarà il turno di Panella e Zabara.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo