In tendenza

Siracusa, Cassoni alla Marina: 4 milioni di euro il risarcimento dovuto all’impresa

Ammonta a 4 milioni di euro il risarcimento dei danni causati dalla vertenza dei Cassoni della Marina.

Dopo la perizia dei tecnici della Procura, che portò al sequestro dei manufatti in cemento armato, si dovette attendere anni e altre analisi per arrivare al punto di partenza: perizia sbagliata, i cassoni andavano bene. Nel frattempo, però, per ridare vita (e luce) al Foro italico la precedente amministrazione aveva deciso di costringere l’impresa a spostare tutti i cassoni in altro luogo. E così fece.

Assodata la corretta esecuzione dei blocchi di calcestruzzo, è stato avviato un lodo arbitrale per riconoscere i danni subiti dalla ditta e giungere a un accordo in maniera bonaria piuttosto che con una controversia legale più lunga, articolata e dispendiosa. Così la decisione è stata presa: 4 milioni di euro che saranno presi dal finanziamento regionale complessivo. Gli uffici comunali stanno provvedendo a modificare il progetto iniziale “eliminando” opere per un ammontare di 4 milioni di euro, soldi che saranno ugualmente elargiti all’incolpevole privato.

In questa intervista all’avvocato del Comune, Salvatore Bianca, il dirigente spiega alcuni passaggi fondamentali e non nega eventuali nuovi risvolti, da un possibile contenzioso con la Regione fino all’opportunità di rivalersi contro i periti che hanno sbagliato le verifiche tecniche.

Luca Signorelli


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo