fbpx

Siracusa, chiesta la conferma dell’ergastolo per Leonardi: sentenza a luglio

Il 29 giugno sarà la volta dell'arringa di difesa che dovranno tenere gli avvocati di Leonardi. Poi spazio a eventuali repliche e alla sentenza, fissata per il 13 luglio

Confermare la sentenza in primo grado che condanna Christian Leonardi all’ergastolo per duplice omicidio. Questa la sintesi dell’udienza di ieri che si è svolta a Catania in Corte d’Appello con le parti civili che hanno preso parola avanzando la richiesta già formulata dal Procuratore generale Concetta Maria Ledda.

Come si ricorda, Leonardi è stato riconosciuto in primo grado come l’autore dell’omicidio della moglie, Eligia Ardita, e della bimba che la donna portava in grembo, la piccola Giulia che sarebbe nata da lì a poco.

Il 29 giugno sarà la volta dell’arringa di difesa che dovranno tenere gli avvocati di Leonardi. Poi spazio a eventuali repliche e alla sentenza, fissata per il 13 luglio.

“Ci stiamo battendo per la condanna a duplice femminicidio perché la bambina si sarebbe potuta salvare, se solo i soccorsi fossero stati chiamati per tempo” – commenta Agatino Ardita, padre di Eligia e nonno della piccola Giulia. Lui, sempre in prima fila, più di tutti ha seguito la vicenda. Una vicenda che, quest’estate, potrebbe arrivare alla puntata finale (Cassazione permettendo).


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo