In tendenza

Siracusa, Cittadella dello sport. Il Pd punta il dito contro l’amministrazione: “chiarisca le modalità di gestione in house”

Nella giornata di giovedì dovrebbe avvenire la riconsegna degli impianti nelle mani del Comune

Il segretario cittadino del Partito Democratico di Siracusa, Santino Romano, chiede all’amministrazione comunale chiarezza su quella che sarà la gestione “in house” della Cittadella dello Sport.

Con ordinanza del 13 settembre scorso, l’amministrazione Italia ha ingiunto al C.C.Ortigia, gestore della Cittadella dello Sport, la riconsegna degli impianti e dei locali per il 14 ottobre. Nei giorni precedenti, il Comune aveva comunicato al gestore, ritenendolo responsabile di grave inadempimento delle obbligazioni di pagamento delle utenze e di altre violazioni della convenzione, la risoluzione immediata della concessione.

Non spetta al Partito Democratico entrare nel merito del contenzioso tra Comune e C.C.Ortigia – dice Romano -, se non per prendere atto del burrascoso epilogo (l’Amministrazione ha addirittura minacciato l’intervento della Forza pubblica in caso di rifiuto a riconsegnare gli impianti) della gestione di uno dei più importanti complessi impiantistici sportivi del Mezzogiorno. Tuttavia va ricordato che nel nostro Manifesto programmatico, nel capitolo dedicato allo Sport, è contenuto un giudizio negativo sull’esperienza della gestione privata, da considerare definitivamente chiusa”.

Allo stesso modo però la segreteria cittadina del stigmatizza duramente la latitanza del Comune reo a detta del partito di non aver effettuato i dovuti e preventivi controlli sul rispetto della convenzione. “Possibile che sindaco, i vari assessori allo Sport, nè i vari dirigenti amministrativi – incalza il segretario cittadino – si siano accorti per ben tre anni di quanto accadeva alla Cittadella, dell’asserita subconcessione degli impianti, del mancato pagamento delle utenze? Ma veniamo alla domanda cruciale: dal 15 ottobre come sarà gestita la Cittadella dello Sport? Il sindaco lo deve dire con chiarezza, perchè c’è in gioco la continuità dell’attività sportiva di decine di associazioni e di migliaia di atleti. Il PD si batterà con fermezza per evitare il caos gestionale e la mancanza o anche il ritardo nell’esecuzione delle manutenzioni.”

Romano ricorda come gli impianti della Cittadella dello Sport vengano utilizzati da molte società nazionali ed estere per la preparazione, gli allenamenti e i tornei, ultimi in ordine di tempo i pre-olimpici delle nazionali di pattinaggio e pallanuoto, creando anche un indotto turistico durante questo periodo alquanto complicato.

L’Amministrazione – conclude – finora è stata evasiva e si è limitata a dire di puntare sulla gestione in house. Non basta. L’opinione pubblica e le associazioni sportive che fruiscono degli impianti della Cittadella hanno il diritto di conoscere nei dettagli il piano di gestione del Comune e la sua sostenibilità. Il PD seguirà col massimo impegno e con la vigilanza necessaria l’evoluzione della situazione e si mette a disposizione delle associazioni sportive per garantire il loro diritto a praticare sport.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo