In tendenza

Siracusa, Cna Pensionati incontra il Comune: obiettivo un protocollo d’intesa per un nuovo Welfare”

La Cna ha proposto al Comune una collaborazione, nell’ambito socio-sanitario, per migliorare la qualità di vita dei non-autosufficienti

Si è svolto nella serata di mercoledì 19 gennaio l’incontro tra una delegazione di Cna Pensionati Siracusa, guidata dalla presidente Lucia Arsì, dal segretario Cesare Miceli e dal membro della direzione nazionale Pippo Gianino con l’assessore comunale al welfare di Siracusa Concetta Carbone.

Tema del confronto la presentazione di un documento redatto da Cna Pensionati Siracusa finalizzato alla proposizione di un  protocollo d’intesa con il comune, per avviare una serie di progettualità legate al Nuovo Welfare sulla non autosufficienza e sulla domiciliarità integrata.

La Cna Pensionati della provincia di Siracusa, ben consapevole del ruolo non secondario dei “seniores” nella società di oggi, ha inteso proporre al Comune di Siracusa una proficua collaborazione, nell’ambito socio-sanitario, per migliorare la qualità di vita dei non-autosufficienti, spesso dimenticati – spiega la presidente di Cna Pensionati Lucia Arsì – vecchi e giovani devono camminare insieme e in particolare i non-autosufficienti devono godersi la casa e gli affetti familiari fino all’ultimo respiro, senza dimenticare la possibilità per tanti disoccupati di trovare un lavoro proprio grazia alla cura degli anziani”.

Ci siamo rivolti all’assessore Carbone del comune di Siracusa anche perché capofila del distretto sanitario 48 – prosegue Lucia Arsì – con l’obiettivo, anche grazie alle possibilità date dal Pnrr, di superare la frammentazione e la disomogeneità dell’attuale offerta socio-sanitaria sul territorio, passando dalla logica delle prestazioni alla logica del servizio”.

Si tratta evidentemente di un’idea progettuale ambiziosa ma certamente necessaria – conclude la presidente Arsì – per la quale Cna Pensionati si è messa subito a disposizione, anche in virtù del patto elaborato da 43 Organizzazioni nazionali, all’interno del quale opera la Cna Nazionale, per dare inizio a una Buona Riforma, attesa da ben 25 anni, carica di idee sagge e propositive, sul tema della domiciliarità integrata degli anziani fragili e non-autosufficienti.”

L’assessore Concetta Carbone si è detta molto disponibile ad un proficuo confronto e collaborazione, riconoscendo ed apprezzando le proposte di Cna pensionati e informando la delegazione delle tante attività che il Comune sta portando avanti, inclusi i vari progetti che sta redigendo, anche come Distretto, per presentarli negli avvisi emanati dal ministero a valere sui fondi del Pnrr.

Occorre lavorare in sinergia con le associazioni di pensionati  per costruire, rinnovare e creare un sistema socio-sanitario moderno e inclusivo, che guarda al territorio e che sappia individuare i fattori di fragilità, il contesto di vita e di relazioni dei non- autosufficienti” ha concluso l’assessore Carbone.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo