In tendenza

Siracusa contro il Dcpm. Il sindaco: “Grazie per essere scesi in piazza, pronto a incontrare una delegazione”

Ieri sera la manifestazione, oggi pomeriggio sit- in sotto palazzo Vermexio

“Ringrazio i manifestanti per essere scesi in piazza, è giusto esprimere il proprio dissenso ed è corretto farlo nelle forme assolutamente civili che ho visto ieri”. Così il sindaco Francesco Italia commenta la manifestazione di protesta di ieri sera contro l’ultimo Dpcm del governo Conte.

Un gruppo spontaneo di cittadini, allo slogan “Se tu chiudi, tu mi paghi”, si sono dati appuntamento in corso Gelone alle 22 per dare vita ad un corteo arrivato fino in piazza Duomo.

Tra i manifestanti qualche esponente del mondo della ristorazione, ma soprattutto palestre e tanti ragazzi che hanno voluto esprimere il proprio dissenso alle nuove misure anti Covid. Ieri, infatti, il premier Giuseppe Conte, ha firmato il decreto che impone la chiusura di bar e ristoranti alle 18, chiuse palestre, cinema, teatri, centri benessere e termali, e dad per le scuole superiori.

Cori anche contro il governatore regionale Nello Musumeci e contro l’ordinanza che di fatto prevede una sorta di coprifuoco per le 23. La manifestazione si è conclusa poco dopo le 23 sotto il Vermexio con la volontà di rinnovare l’appuntamento a domani alle 18. Il primo cittadino Italia si è detto disposto ad incontrare una delegazione oggi pomeriggio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo