fbpx

Siracusa, crollate le vendite di mascherine in estate. Federfarma: “sottovalutato il rischio”

La curva dell'attenzione, secondo il presidente Caruso, torna a salire a settembre, con l'apertura delle scuole

Crolla il numero di vendite delle mascherine tra luglio e agosto, per poi ripartire a settembre. Un dato che ci fa riflettere su quanto “siano stati due mesi in cui ci siamo tutti rilassati. Non abbiamo dato il giusto peso al rischio che corriamo ancora e quindi alla necessità di proteggerci”, dice Salvatore Caruso, presidente Federfarma Siracusa.

I numeri delle vendite dei dispositivi di sicurezza sono, per luglio e agosto, meno della metà rispetto al mese di giugno. “Quello che impressiona – continua Caruso – non è tanto il fatto che ci siano stati consumi inferiori, quanto che ci fossero le condizioni per dover aumentare i consumi vista la promiscuità tipica dei mesi di luglio e agosto”. 

Tutto sta cambiando in questi giorni, in corrispondenza con l’apertura delle scuole. “Abbiamo notato non solo un incremento delle vendite, ma anche un atteggiamento meno spavaldo” – spiega Caruso.

“Però l’emergenza non è ancora finita”, tiene a precisare Caruso. “È importante un atteggiamento responsabile e bisogna evitare di sottovalutare la possibilità da far ripartire il numero di contagi nel momento un cui ci si rilassa troppo”.

Parole che suonano quasi come un allarme in un momento in cui fino ad ora “la situazione è stata sotto controllo”, conclude Caruso.

 

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo