Siracusa: Dal Viale Scala Greca, “Operazioni Antidroga”

Ieri, Agenti delle Volanti della Questura di Siracusa hanno segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo, quali assuntori di sostanze stupefacenti M.M., classe 1986, C. G., classe 1989 e Z.A., classe 1989, tutti residenti in Siracusa.

In particolare, gli Operatori di Polizia, notavano nello spiazzo antistante un esercizio commerciale sito in viale Scala Greca, un sospetto via vai di persone.
Gli Agenti, nell’ipotesi che in quel luogo avvenisse un’attività di spaccio di droga, effettuavano un’attività di controllo ed appostamento.
Alle ore 21,55 circa, gli Operatori di Polizia notavano tre persone, due uomini ed una donna, i quali, giunti a bordo di un’autovettura, si fermavano davanti l’esercizio commerciale; uno di essi avvicinatosi ad un gruppo di persone si intratteneva con uno di loro ed allontanandosi subito dopo risaliva a bordo del veicolo che si allontanava.

Comunicato l’accaduto ad altra Volante gli Agenti, dopo un breve inseguimento nella via Augusta, bloccavano l’autovettura.
Il controllo dava esito positivo ed infatti, all’interno del veicolo, gli agenti rinvenivano un pacchetto di sigarette con all’interno la sostanza stupefacente, probabilmente hashish.

I tre giovani venivano accompagnati negli Uffici della Questura e segnalati alla Prefettura quali assuntori di droga.

Considerato l’esito positivo dell’intervento a conferma dell’ipotesi di attività illecita di spaccio, gli Agenti continuavano nel loro servizio di osservazione.
Alle ore 22.20 giungeva un’altra autovettura con a bordo T.C., classe 1983 e D.M.B.A., classe 1977, residenti in Siracusa, pregiudicati.
Il primo scendeva dall’autovettura ed avvicinatosi ad un gruppo di persone si intratteneva con una di queste per allontanarsi successivamente salendo a bordo del veicolo.
Gli Agenti bloccavano l’autovettura e dalla perquisizione effettuata rinvenivano, sotto un tappetino, un involucro di cellophane contenente sostanza stupefacente, probabilmente cocaina oltre a tre dosi di hashish.

Inoltre, venivano rinvenuti in possesso al D.M.B.A. e sequestrati, una somma in contanti di 95 euro ed un assegno non intestato dell’importo di 1.000 euro a firma di un noto pregiudicato con precedenti per spaccio.
D.M.B.A. e T.C. venivano denunciati per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo