In tendenza

Siracusa, Democrazia partecipata: entro il 31 maggio la presentazione delle istanze

Per il bando 2021 è prevista una spesa di 50 mila euro

Partita la macchina della nuova annualità di Democrazia partecipata, il programma per la scelta di progetti di utilità pubblica presentati dai cittadini e selezionati attraverso il voto popolare. L’incontro introduttivo, tenuto martedì pomeriggio in videoconferenza, è stato trasmesso e postato sulla pagina Facebook del Comune e nell’arco delle prime 24 ore ha registrato 700 visualizzazioni circa.

Gli interessati hanno tempo fino alle 12 del 31 maggio per presentare le schede progetto, che consentono di partecipare alla selezione; i moduli, oltre al bando e altre informazioni, si trovano sul sito del Comune (www.comune.siracusa.it), alla sezione “Democrazia partecipata”.

All’incontro di martedì ha partecipato l’assessore Rita Gentile, che ha prima illustrato l’iter e poi ha risposto alle sollecitazioni dei cittadini. “È evidente – afferma – la crescente attenzione della gente verso questo strumento ma anche una maggiore sensibilità rivolta all’utilità pubblica dei progetti da presentare. Col passare degli anni i siracusani sembrano sempre più attenti a proporre idee collocate all’interno di un’idea complessiva di città. Ciò fa ben sperare per il futuro e conferma come i percorsi partecipativi sono un contributo alla crescita civile di una comunità”.

Per il bando 2021 è prevista una spesa di 50 mila euro, fondi prelevati dal gettito dell’Irpef regionale nella misura, fissata per legge, del 2 per cento. A ciascuno progetto selezionato sarà destinata una somma non superiore al 30 per cento dell’intero importo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo