In tendenza

Siracusa, dentista “no vax” deferito. Il presidente dell’Albo: “sui vaccini nostra posizione ferma e coerente”

Ad agosto l'Ordine dei Medici aveva sospeso 49 professionisti: "in questi ultimi giorni - spiega Di Paola - quel numero è drasticamente sceso"

In merito alla vicenda specifica non possiamo che attendere gli sviluppi delle indagini in corso a opera dei Carabinieri dei Nas e delle altre istituzioni preposte“. Questo il commento di Dario Di Paola, presidente dell’Albo Odontoiatri di Siracusa che interviene in merito al deferimento di un dentista “no vax” di Siracusa da parte dei militari dei Nas.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, infatti, il medico, benché sospeso dall’Azienda Sanitaria Provinciale e dall’Ordine Professionale di appartenenza, non si sarebbe sottoposto alla prevista vaccinazione per il Covid-19 ed era intento a svolgere la propria attività medica. “La posizione dell’Ordine dei Medici sul tema vaccini è ferma – ha spiegato Di Paola – e coerente con la mission degli Ordini quali organi ausiliari dello Stato a tutela della salute pubblica. La vaccinazione è requisito imprescindibile per svolgere l’attività professionale che deve sussistere inizialmente, ai fini dell’iscrizione nell’albo pena la sospensione dall’esercizio della professione ,in relazione all’art.4 del dl n.44/2021“.

A metà agosto l’Ordine dei Medici di Siracusa aveva emesso un provvedimento di sospensione per 49 professionisti iscritti all’Albo della provincia. Il provvedimento dell’Ordine è arrivato dopo la ricezione degli elenchi dalla Asp e i successivi accertamenti.

Per quanto riguarda in generale il problema dei medici no vax sul territorio di Siracusa e provincia – conclude Di Paola – il numero iniziale di 49 è drasticamente sceso in questi ultimi giorni. Naturalmente i medici che hanno ricevuto un provvedimento di sospensione non sono legittimati all’esercizio professionale ai sensi di legge.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo