In tendenza

Siracusa, dimissioni di Musumeci. Auteri (FdI): “condividiamo le motivazioni del presidente”

"Pronti nella preparazione di programmi pratici e costruttivi, preparati nelle proposte più utili agli interessi ed al benessere di tutti i siciliani"

Con l’annuncio delle dimissioni del Presidente Musumeci, si è aperto ieri, il breve percorso che ci porterà alle elezioni regionali del prossimo 25 settembre. “Condividiamo in toto le motivazioni, espresse dallo stesso Presidente – dice Carlo Auteri, candidato alle prossime regionali tra le fila di Fratelli d’Italia -, tanto lucidamente esposte, e che anticipano, di fatto, la scadenza naturale della Legislatura, facendo coincidere l’appuntamento elettorale siciliano con quello nazionale. Esse sono frutto di una logica stringente quanto inoppugnabile: l’interesse per l’iter scolastico, l’emergenza Covid, il risparmio in termini economici.”

Tutte motivazioni che ieri Musumeci ha annunciato durante il video social in cui annunciava le proprie dimissioni da presidente della Regione. “Noi di “Fratelli d’Italia” (ed io personalmente) – prosegue Auteri – aggiungiamo un’altra considerazione: la grave crisi economica, e la paralisi istituzionale nel quale è caduto il Governo nazionale, impongono il massimo della sollecitudine e dell’urgenza. Eravamo già pronti da lungo tempo a questo doppio, fondamentale, appuntamento elettorale: da esso dipenderanno i destini della nostra Regione e del Nostro Paese. Pronti nella preparazione di programmi pratici e costruttivi, preparati nelle proposte più utili agli interessi ed al benessere di tutti i siciliani. Pronti perché incombono le scadenze dei piani economici europei, e le soluzioni alle emergenze sociali ed energetiche.

Eravamo già pronti – conclude – per l’unico giudizio che conti veramente, nell’espressione migliore della politica: quello del popolo e delle urne. Eravamo già pronti, ancor più lo siamo adesso. Pronti per la ricchezza più importante, fra quelle che dobbiamo difendere ad ogni costo: la Democrazia“.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo