In tendenza

Siracusa: Donna Si Toglie La Vita Gettandosi Dal Terzo Piano

Nella prima mattinata di domenica scorsa si è consumata una tragedia in via Sicilia, nei pressi di viale Tunisi, dove una donna, evidentemente in preda ad un forte stato depressivo, si è lanciata dal terzo piano della sua abitazione, rimanendo subitaneamente uccisa all’impatto col suolo.

Si tratta di Lucrezia Aglianò, 63 anni il prossimo 23 giugno, per la quale il Pubblico Ministero Claudia D’Alitto ha disposto l’autopsia – affidata al medico legale Franco Coco – al fine di accertare le cause della morte.

In particolare, il PM ha richiesto di effettuare accertamenti sul cadavere della povera donna per stabilire se la stessa avesse ingerito – prima dell’insano gesto – qualche sorta di medicinale, e in quali dosi.

Sono, inoltre, al vaglio degli inquirenti le reali condizioni psichiche della Aglianò, che probabilmente aveva già dato manifestazione del forte stato depressivo in cui si trovava, in seguito al quale avrebbe anche potuto ricorrere alle cure del personale sanitario.

Ai soccorritori intervenuti poco dopo le 7.15, ora in cui Lucrezia Aglianò si è gettata nel vuoto, scavalcando la ringhiera del balcone della sua abitazionesi è presentata una scena agghiacciante: il corpo della sessantaduenne si era infatti letteralmente sfracellato al suolo, riportando evidenti lesioni alla testa, alla colonna vertebrale e al torace, che hanno con molta probabilità provocato la morte sul colpo per la donna.

Nuovi sviluppi si attendono dall’esame autoptico e dalle indagini sulle motivazioni – ammesso che sarà possibile individuarle con certezza – che avrebbero spinto la Aglianò a non trovare più altra via d’uscita alle sue angosce se non quella di ricorrere al disperato gesto di togliersi la vita.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo