fbpx

Siracusa, è morto monsignor Pasquale Magnano

Il sindaco Italia: "non fu solo un autorevole prete ma anche uno studioso scrupoloso, che seppe unire in sé la cura della fede e la passione per la storia della città e dell'arcidiocesi"

È morto oggi, all’età di 87 anni, monsignor Pasquale Magnano. È stato anche Rettore del Santuario della Madonna delle Lacrime e ha finanziato a proprie spese la realizzazione di una chiesa in Madagascar nel 2012. Ha aiutato, tra l’altro, a ricostruire le vicende del corpo di Santa Lucia ed era convinto che dovesse tornare per sempre a Siracusa.

“La scomparsa di padre Pasquale Magnano – dice il sindaco, Francesco Italia, che a nome dell’amministrazione e della città, partecipa al cordoglio per la morte di padre Magnano – lascia un vuoto non solo tra i fedeli ma in tutta la comunità siracusana. Egli non fu solo un autorevole prete ma anche uno studioso scrupoloso, che seppe unire in sé la cura della fede e la passione per la storia della città e dell’arcidiocesi. Di lui restano i suoi libri con i quali ha trasmesso a generazioni la sua conoscenza”.

Mons. Pasquale Magnano, nato a Melilli il 12 settembre 1933, sacerdote dal 1956, parroco della Parrocchia “San Luca” dell’Ospedale “Umberto I” di Siracusa, è stato il secondo Rettore della Basilica Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa, dal 1992 al 1996. 

Tra i suoi scritti ricordiamo “Arcano Linguaggio I”, dedicato alla Madonna delle Lacrime, e l’ultimo “Le nostre preghiere”, che raccoglie le orazioni per la vita del cristiano.

È stato il Rettore che ha completato la costruzione del Santuario Madonna delle Lacrime, collaborando Mons. Giuseppe Costanzo, Arcivescovo di Siracusa dal 1990 al 2008, che lo nominò Rettore nel 1992. 

Nel 1994, accolse il Santo Papa Giovanni Paolo II, per la Dedicazione del Santuario Madonna delle Lacrime. Sabato 14 marzo, alle 18.30, sarà celebrata una Santa Messa di suffragio presso il Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa.

Domenica, 16 febbraio, alle 15.30, i funerali in Cattedrale.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo