fbpx

Riapertura di nidi e materne: approvate le linee guida per la ripresa delle attività

Siracusa e quel ricorso dei consiglieri dal destino segnato: Mascali docet

A Mascali il Consiglio comunale aveva bocciato il consuntivo ed era stato sciolto e sostituito dal commissario. Proprio come a Siracusa. E il Tar ha mantenuto intatto lo scioglimento

Una delle sedute all'Urban center

Un ricorso dall’esito che sembra già scritto, quello degli 11 consiglieri comunali siracusani per il reintegro dell’organo dopo il suicidio politico. Anche perché il Tar si è già espresso lo scorso 11 marzo sul ricorso. Del comune di Mascali. Lì il Consiglio comunale aveva bocciato il consuntivo ed era stato sciolto e sostituito dal commissario.

Storia già scritta, già letta, già conclusa insomma. Una vera e propria palla di vetro per il futuro del Consiglio comunale di Siracusa. A Mascali, malgrado anomalie riscontrate nella gestione finanziaria dell’ente e malgrado il parere negativo dei revisori dei Conti (a Siracusa era parzialmente positivo), il Tar ha evidenziato che l’aula avrebbe potuto dar seguito all’approvazione della proposta emendandola con “prescrizioni operative idonee a salvaguardare gli equilibri finanziari dell’ente e alla riconduzione della gestione ai corretti parametri della disciplina di bilancio”. E l’assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica ha disposto l’intervento sostitutivo per la deliberazione del dissesto finanziario. Lì, la situazione, era peggiore evidentemente. Ma anche a Mascali il Comune si era costituito in giudizio. E il Consiglio non è più rientrato operativo.

I giudici amministrativi hanno ricordato che il Consiglio ha definitivamente deliberato di non approvare (di bocciare) il rendiconto e la nomina del commissario ad acta, con le conseguenze che ne sono derivate, “costituiva atto vincolato ed obbligatorio necessario per garantire la funzionalità dell’ente”. Dunque, il ricorso a Mascali andava rigettato e, a meno di novità, dovrebbe essere rigettato anche per gli 11 a Siracusa. Serviranno altri assi nella manica, al Consiglio, per tornare a vivere prima della conclusione di una sindacatura caratterizzata da ricorsi e controricorsi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo