In tendenza

Siracusa elegge il Sindaco. È Giancarlo Garozzo il Primo Cittadino con il 53,30% di preferenze

Eletto al turno di ballottaggio, con il 53,30% di preferenze (18.902 voti), Giancarlo Garozzo è il nuovo Sindaco di Siracusa. Il suo antagonista, Ezechia Paolo Reale, ha ottenuto il 46,70%. Immediatamente dopo l’annuncio ufficiale della sua elezione si è concesso ai nostri microfoni ed ha rilasciato una dichiarazione.

Di seguito riportiamo le congratulazioni di Salvo Sorbello e dell’On. Stefania Prestigiacomo, Sofia Amoddio e Giambattista Coltraro:

Salvo Sorbello

“Ho combattuto la buona battaglia. Auguri al neo-sindaco Giancarlo Garozzo ed un ringraziamento ad Ezechia Paolo Reale per avermi convinto a cimentarmi in questa avventura. Grazie ancora a chi anche in questo fine settimana ha creduto in un progetto per Siracusa. Bisogna ora tenere unita l’area moderata che resta maggioritaria a Siracusa, con i piedi ben piantati a terra e con gli occhi fissi sui veri problemi: le difficoltà delle persone fragili e delle famiglie, il lavoro che non c’è, la tutela della salute e dell’ambiente. I partiti hanno fallito e il massiccio astensionismo lo conferma.”

Stafania Prestigiacomo

Auguri non formali perché mai come in questo momento Siracusa ha bisogno di una guida autorevole e forte che si occupi dei problemi che, in tutti i campi, la città deve affrontare. Da parlamentare nazionale sono subito disponibile a lavorare e collaborare con il neo-sindaco al fine di recuperare e promuovere iniziative di sviluppo e crescita nell’interesse della città.

Quanto allo schieramento moderato, è con rammarico che rilevo che la mancata riunione del centrodestra – addebitabile a chi fa politica con insulti, menzogne e rancore – ha impedito a Reale di ottenere la vittoria. Ci dispiace perché avevamo offerto la nostra più ampia disponibilità a realizzare per il ballottaggio, attraverso l’apparentamento formale, quella alleanza politica che non è stato possibile realizzare al primo turno.

Tuttavia ritengo che con Edy Bandiera, punto di riferimento di una parte dell’elettorato moderato, e Paolo Reale si possa per il futuro lavorare insieme nell’esclusivo interesse dalla città”. Lo ha detto l’on. Stefania Prestigiacomo del Popolo delle Libertà dopo l’esito del ballottaggio per il sindaco di Siracusa che ha visto prevalere Giancarlo Garozzo su Ezechia Paolo Reale.”

Giambattista Coltraro

Il nostro contributo è stato importante per il successo del Centrosinistra a Siracusa”. Lo afferma il deputato all’Ars del Gruppo parlamentare “Il Megafono-lista Crocetta”, on. Giambattista Coltraro, dopo l’esito del ballottaggio a Siracusa. “ Il Megafono ha dato una marcia in più a Giancarlo Garozzo per conquistare palazzo Vermexio. Garozzo adesso dovrà dimostrare di sapere amministrare la città in stretta collaborazione con il governo della Regione con l’obiettivo di creare sviluppo in settori strategici come quello delle piccole e medie imprese, dell’agricoltura e del turismo. A lui vanno le più sincere congratulazioni del nostro Movimento”.

Sofia Amoddio

“Mi ritengo assolutamente soddisfatta per la vittoria di Giancarlo Garozzo, per il Partito Democratico e per tutti i partiti della coalizione di centrosinistra. Così l’On. Sofia Amoddio del PD, membro della Commissione Giustizia della Camera e della Giunta per le Autorizzazioni a Procedere.

Nonostante la campagna diffamatoria nei nostri confronti e mi riferisco alle accuse di contiguità con la mafia, la proposta del centrosinistra rappresenta la più netta discontinuità con le passate amministrazioni.

Questa vittoria, nonostante la scarsa affluenza al voto, garantirà a Siracusa una forte spinta innovativa. Vincere le elezioni é una grande soddisfazione, soprattutto dopo le cocenti delusioni delle ultime tre tornate elettorali comunali, ma da domani si deve cominciare a lavorare per il bene della città e dei suoi cittadini. Il tempo della campagna elettorale è finito – conclude l’Amoddio – adesso dobbiamo dimostrare di saper amministrare bene e dobbiamo fare in modo che tutti i delusi, tutti gli scettici che hanno preferito non recarsi alle urne, possano riavvicinarsi alla politica cittadina”.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo