In tendenza

Siracusa, estorsioni ai commercianti di Ortigia anche con l’uso di armi: fermato dalla Polizia

In esito all’udienza di convalida, il G.I.P. del Tribunale di Siracusa ha poi disposto la misura cautelare della custodia cautelare in carcere per i fatti contestati

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa, nell’ambito di indagini coordinate  dal Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica di Siracusa, Fabio Scavone e dal Sostituto Procuratore, Gaetano Bono, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di fermo nei confronti di Francesco Campanella, trentatreenne siracusano accusato di più episodi estorsivi perpetrati ai danni di alcuni titolari di esercizi commerciali presenti nel centro storico di Ortigia.

Il fermato, già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa, stava cercando di riprodurre un clima di intimidazione in danno dei commercianti di Ortigia, non esitando, in totale spregio alle prescrizioni della misura, a ricorrere a manifesti atti di violenza e minaccia, talvolta mediante l’uso di armi.

Dopo la necessaria attività di riscontro svolta dalla Polizia di Stato e a fronte di una situazione di avanzata criticità, la locale Procura della Repubblica, emetteva quindi decreto di fermo, prontamente eseguito da personale della Squadra Mobile, con la traduzione del fermato presso la Casa Circondariale di Cavadonna.

In esito all’udienza di convalida, il Gip del Tribunale di Siracusa ha poi disposto la misura cautelare della custodia cautelare in carcere per i fatti contestati.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo