In tendenza

Siracusa, favoreggiamento all’immigrazione clandestina: dopo lo sbarco e la quarantena viene arrestato

L'uomo è stato accompagnato nella Casa Circondariale di Noto per espiare la pena definitiva di 3 anni e 11 giorni

Nella mattinata di ieri, agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un egiziano di 43 anni. Lo stesso, dopo essere sbarcato clandestinamente nel porto di Roccella Jonica (RC), l’8 gennaio scorso, era stato trasferito nella nave “Azzurra” per trascorrere la quarantena da Covid-19.

Dagli accertamenti esperiti, è emerso che il cittadino egiziano era destinatario di un provvedimento di Carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Taranto, in quanto era stato condannato per i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e tentata violenza privata commessi nel giugno 2014.

Pertanto, al termine del prescritto periodo di quarantena, il migrante è sbarcato al porto di Augusta ove, nella mattinata odierna, è stato arrestato e al termine delle incombenze di rito, accompagnato nella Casa Circondariale di Noto per espiare la pena definitiva di 3 anni e 11 giorni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo