fbpx

Siracusa, federazione moda Confcommercio scrive al sindaco Italia

Al centro della lettera la sicurezza nei negozi

Riceviamo da federazione moda Italia di Confcommercio una lettera aperta inviata al primo cittadino Francesco Italia che pubblichiamo in versione integrale.

“Gentile sindaco,
vogliamo portare alla sua attenzione alcuni problemi che i commercianti di vicinato della nostra città, specie i negozi di abbigliamento che noi rappresentiamo, vivono ogni giorno sperando che insieme si possano trovare soluzioni condivise.Il fenomeno della sicurezza è per tutti noi sentito in un modo assai profondo, anche, se non soprattuto, dopo gli avvenimenti legati ai furti delle settimane precedenti.

Siamo, tuttavia, consapevoli che l’ordine e la sicurezza non dipendono esclusivamente dal Comune, tuttavia, riteniamo che il primo cittadino possa rappresentare, nei tavoli tecnici, le nostra istanze scaturite da forti e reali preoccupazioni. Ricordiamo che soltanto qualche anno fa, in città, vi era la presenza del poliziotto di quartiere che abbiamo tanto apprezzato. La presenza sul territorio di una divisa, oltre al presidio, diventa un deterrente per i delinquenti e una forma di sicurezza per cittadini e turisti.

Chiediamo, dunque, il ripristino di questa figura.
Ma la sicurezza vorremmo declinarla anche dal punto di vista degli incidenti stradali. Nelle vie dei centri urbani del commercio (a titolo esemplificativo: corso Gelone, via Tisia, Borgata, etc…), troppo spesso siamo spettatori di incidenti a causa di tantissime persone che non rispettano il codice della strada. Le chiediamo, pertanto, di creare, o tinteggiare nuovamente, le strisce pedonali in prossimità dei negozi che ricadono nei centri urbani del commercio, e, ove possibile, inserire anche dei dissuasori per la velocità.

Siamo consapevoli che amministrare una città non sia cosa semplice, ma chiediamo di dare il nostro contributo attraverso un incontro con la nostra categoria al fine di confrontarci sui temi che ogni giorno viviamo.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo