Siracusa, una firma mancante che “costa” 6 milioni di euro: salta il finanziamento del canale di gronda del villaggio Miano

Persi 6 milioni di euro per l'assenza di una firma digitale. Ma la realizzazione del canale di gronda non è del tutto accantonata, anche se si dovrà accedere a un nuovo asse di finanziamento con tutti i tempi tecnici del caso

Il Comune di Siracusa perde un finanziamento da 6 milioni di euro per la realizzazione del canale di gronda del Villaggio Miano. Almeno per adesso. L’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente, con nota del Dirigente Generale del Dipartimento Ambiente, ha dichiarato infatti “Irricevibile” il progetto, presentato dal Comune di Siracusa, per la mitigazione del rischio idrogeologico e progetto preliminare del collegamento a mare del canale di gronda del Villaggio Miano, secondo le disposizioni del piano di riduzione del rischio idrogeologico dell’area denominata Pantanelli, ex Opcm, per 6.247.861,80 euro.

Ed il motivo di tale, gravissima esclusione, sarebbe la “mancata apposizione della firma digitale su alcuni documenti contenuti nel supporto informatico (cartella del CD “Allegati Istanza” ), così come previsto al paragrafo 4.1.3 dell’Avviso, e par. 4.4.3, lett.a), punto secondo dell’Avviso “completezza e regolarità della domanda e degli allegati”.

Sulla vicenda è intervenuto il capogruppo di Progetto Siracusa, Ezechia Paolo Reale che si dichiara sorpreso di come Siracusa “abbia potuto subire un’esclusione così pesante, un vero e proprio colpo di grazia per quanti speravano nella risoluzione dei gravissimi problemi di inondazioni nella parte alta della città. Chiediamo pertanto al sindaco di volerci ragguagliare, confidando che nel frattempo si sia immediatamente provveduto a risolvere positivamente la situazione, per il bene di Siracusa, che viene prima di tutto. Con la speranza che alla fine resti soltanto traccia di un episodio che, in ogni caso, confermerebbe la superficialità e la scarsa attenzione con cui vengono purtroppo seguite dalla nostra amministrazione richieste di importanza vitale per la nostra comunità cittadina.”

Un attacco frontale, all’attuale amministrazione, ma probabilmente anche alla precedente, cui dovrebbe appartenere il progetto iniziale senza firma. Intanto la procedura per la realizzazione del canale di gronda è stata rimessa in campo con il Commissario per il rischio idrogeolico che sta predisponendo la gara per la progettazione esecutiva. Quindi Siracusa dovrebbe essere in pole position per partecipare al prossimo finanziamento per la realizzazione dell’opera, ma ovviamente con tutti i tempi tecnici del caso.

Quello che resta, oltre all’amaro in bocca per un corposo finanziamento perso a causa di una “svista”, è l’irrigidimento della Regione sulla domanda presentata. Ma dall’amministrazione rassicurano di essere già a lavoro per rimettere in campo il progetto esecutivo. Insomma, il canale di gronda del villaggio Miano, quella che dovrebbe essere la soluzione definitiva per evitare gli allagamenti dopo le piogge, si farà. Ma non con questi sei milioni di euro. E stavolta ci metteranno la firma.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo