In tendenza

Siracusa–Floridia-Solarino: Operazione Antidroga, Tre In Manette

Oltre 30 militari delle Stazioni del comprensorio e del Nucleo Operativo di Siracusa hanno proceduto a controlli sulle strade e perquisizioni domiciliari, nel quadro delle attività antidroga.

Setacciate abitazioni ed appartamenti alla ricerca di stupefacenti, ma non solo. Il servizio è stato anche esteso ai controlli su strada, procedendo a verifiche anche sugli autobus per il trasporto degli studenti alle scuole, soprattutto sulla strada Floridia-Solarino: il tutto con la massima collaborazione degli studenti, segno anche di un rinnovato spirito di sostegno e partecipazione alle operazioni dei Carabinieri nel contrasto di un fenomeno – quello del mercato degli stupefacenti – che incide spesso proprio sulle fasce più giovani.
Nessuno studente è stato trovato in possesso di sostanze psicotrope.

Tre invece sono state le persone arrestate nel corso del servizio. A Siracusa sono scattate le manette ai polsi di Drago Luciano, 46 anni, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di 9 dosi di cocaina pronte per essere immesse sul mercato dello stupefacente: per lui l’accusa è detenzione finalizzata allo spaccio. I Carabinieri del Nucleo Operativo hanno trovato all’interno della sua abitazione anche il materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e denaro ritenuto provento dell’illecita attività.

I Carabinieri della Tenenza di Floridia, hanno invece tratto in arresto Rizzotto Salvatore, 37 anni, già noto alle forze dell’ordine e Sorvegliato Speciale di Pubblica Sicurezza. I militari hanno perquisito la sua abitazione rinvenendo alcune dosi di cocaina e sostanza da taglio per il confezionamento dello stupefacente: anche per lui l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio.

Un altro giovane, questa volta di Solarino, è stato arrestato dai militari della locale Stazione: si tratta di D.F., 25 anni. All’interno della sua abitazione, nel corso della perquisizione, i militari hanno trovato 16 dosi di hashish, suddivise e confezionate, e 6 piante di marijuana, coltivate dal giovane all’interno di vasi. Le piante, di altezza variabile dai 50 ai 60 centimetri, tra qualche mese avrebbero sicuramente ben fruttato una volta “potate” delle foglie.

Mentre per i primi due soggetti si sono aperte le porte del carcere di Cavadonna, in attesa di comparire davanti all’autorità Giudiziaria siracusana, il giovane di Solarino, incensurato, è stato tradotto agli arresti domiciliari.

Il servizio è stato operato in collaborazione anche con unità cinofile della Polizia Penitenziaria che ha offerto supporto all’Arma per lo specifico controllo.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo