Siracusa, giornata mondiale del prematuro: ospedali e monumenti si tingono di viola

I prospetti principali dell’ospedale Umberto I di Siracusa, piazze e monumenti di diversi comuni della provincia per tutta la settimana si tingeranno di viola

Il 17 novembre è diventato uno degli appuntamenti più importanti a livello mondiale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle nascite premature.

I prospetti principali dell’ospedale Umberto I di Siracusa, piazze e monumenti di diversi comuni della provincia di Siracusa, per l’occasione della Giornata mondiale della prematurità e per tutta la settimana si tingeranno di viola assieme a tante iniziative organizzate dall’Asp di Siracusa attraverso il reparto di Neonatologia e Utin del presidio ospedaliero del capoluogo che saranno presentate nel corso di una conferenza stampa giovedì 14 novembre 2019 alle 11.30 nella sala conferenze dell’ospedale Umberto primo di Siracusa.

All’incontro con la stampa parteciperanno il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra e il direttore sanitario Anselmo Madeddu assieme al direttore medico di presidio Giuseppe D’Aquila, al direttore del reparto di Neonatologia e Utin Massimo Tirantello con la sua equipe. Saranno presenti i direttori dei reparti di Ginecologia e Ostetricia degli ospedali di Siracusa, Noto e Lentini, le associazioni di volontariato Vivere Onlus e Pi.Gi.Tin e tante famiglie di bambini prematuri che hanno vissuto la realtà della terapia intensiva neonatale nella provincia aretusea.

Nel corso della conferenza, tra l’altro, saranno messe in risalto le più moderne tecniche in dotazione al reparto per l’assistenza ai nati prematuri con risultati che pongono Siracusa in termini di sopravvivenza al pari della media nazionale ovvero nove prematuri estremi su dieci.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo