fbpx

In Sicilia 1.726 attuali positivi e 95 guariti

Siracusa, giovedì a Confindustria le novità introdotte in tema di reati fiscali

Il seminario verterà sulle novità introdotte in tema di reati fiscali e l’estensione della responsabilità amministrativa delle società ai suddetti reati

Adeguare i il modello organizzativo previsto dal Decreto Legislativo 231/2001  al fine  di evitare le sanzioni di natura pecuniaria, quelle interdittive e le possibili azioni di responsabilità nei confronti degli amministratori che non lo hanno adottato.

Giovedì 20 febbraio alle 15 in Confindustria Siracusa seminario sul tema: “Reati fiscali e d. lgs 231/2001 alla luce del dl fiscale124/2019”,  su iniziativa della Sezione imprenditori metalmeccanici.

Dopo i saluti del presidente della Sezione, Giovanni Musso, interverranno l’avvocato Michele Pansarella socio ordinario studio Associato kpmg –Roma e il Prof. Melo Martella  professore all’Università di Messina. Il seminario verterà sulle novità introdotte dal decreto fiscale 124/2019 in tema di reati fiscali e l’estensione della responsabilità amministrativa delle società ai suddetti reati.

In particolare, la  nuova disciplina ha come obiettivo, da una parte la tutela delle finanze pubbliche mediante il contrasto a pratiche fiscali illecite aventi rilevanza penale  e dall’altra la salvaguardia delle società rispetto agli effetti patrimoniali dei reati tributari commessi dai loro amministratori o da soggetti apicali. Con alcuni rischi, però.

A partire dalla possibile duplicazione o triplicazione sanzionatoria in capo all’Ente cui sono riferite le violazioni penali contestate agli organi apicali, per finire con l’impatto potenzialmente devastante che la confisca allargata potrebbe determinare sulla capacità dell’impresa di mantenere le condizioni per un’ordinaria continuità aziendale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo