In tendenza

Siracusa, Granata: “un comitato per far tornare il Caravaggio in Borgata”

"Il sindaco Francesco Italia e la Soprintendente dovranno essere i garanti del comitato e delle sue finalità" - propone Granata

L’assessorato ai Beni e alle Attività culturali del Comune di Siracusa lancia la proposta di un “comitato Caravaggio al Borgo Santa Lucia” al fine di coordinare tutti gli interventi, esterni e interni alla “Chiesa di Santa Lucia Fuori le Mura”, per creare le condizioni ottimali per il ritorno del Seppellimento di Santa Lucia nella nostra Città, previsto per il 13 dicembre.

“Con la Soprintendente Donatella Aprile e con altri soggetti istituzionali e associativi – ha detto l’assessore alla Cultura Fabio Granata – vanno coordinati una serie di interventi e di iniziative che creino le condizioni indispensabili di sicurezza e climatiche e la miglior accoglienza possibile per il ritorno del nostro capolavoro e per la sua piena valorizzazione nella sua sede definitiva. Coinvolgeremo la Curia, la Facoltà di Architettura, il liceo Artistico Gagini, la Pro Loco, la biblioteca Santa Lucia, le guide turistiche e le associazioni culturali, ovviamente anche quelle che sono state contrarie al prestito del capolavoro”.

Solo che però, secondo quanto previsto dagli accordi iniziali, il Mart si è impegnato alla copertura finanziaria anche degli oneri per la ricollocazione in sicurezza del dipinto. Sempre a cura del Mart dovrà essere istallato nella chiesa di Santa Lucia al Sepolcro un sistema di anti intrusione e videosorveglianza.

“Bisogna pacificare la città attorno alla piena valorizzazione dei suoi luoghi dell’Anima e dei suoi capolavori – ha infine detto l’assessore Fabio Granata – a iniziare dal Caravaggio. Torniamo a “volare alto” e mettiamo da parte ogni polemica. Il sindaco Francesco Italia e la Soprintendente dovranno essere i garanti del comitato e delle sue finalità. Andiamo avanti”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo