In tendenza

Siracusa, Grossi massi ostruiscono lo sbocco del collettore allo Sbarcadero, i pozzetti rischiano di esplodere

Le acque meteoriche della città comprese tra il quartiere Santa Lucia, i Cappuccini di via Puglia e via Maria Politi Laudien sono attualmente convogliate in un collettore di raccolta delle acque piovane che da via dell’Unità d’Italia e attraversando riviera Dionisio il Grande va a sfociare in mare aperto, nella diga foranea che delimita il porto piccolo.

Questo collettore, un tubo da un metro, è stato però ostruito artificialmente e abusivamente proprio al suo sbocco da un privato. Così in caso di piogge torrenziali, l’ostruzione artificiale del canale rischia di trasformarsi in una bomba d’acqua, facendo saltare la pavimentazione sovrastante il tracciato del collettore, facendo esplodere i tombini e allagando strade e seminterrati della zona.

L’amministrazione è quindi intervenuta, individuando il possibile responsabile e intimandogli di eliminare l’ostruzione entro domani. A raccontarlo l’ingegnere capo del Comune, Natale Borgione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo