In tendenza

Siracusa, i volontari di Plastic Free ripuliscono Ognina: tra i rifiuti anche una tanica piena d’olio

Ormai da tempo i volontari sono attivi su tutto il territorio di Siracusa, l'azione congiunta fra le diverse realtà presenti, permette un intervento più efficace

Domenica 5 giugno, in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, Plastic Free, la Consulta Comunale Giovanile di Siracusa e il Rotaract Club Siracusa Monti Climiti si sono dati appuntamento alle 17 per pulire tutto il tratto di strada che va dal porticciolo di Ognina fino a poco prima dell’Ognina Sun and Food. Lo scopo dell’iniziativa è stato quello di sensibilizzare, ulteriormente, al rispetto del nostro paesaggio, la cura del territorio deve diventare un’abitudine per ogni singolo cittadino, le nostre coste rappresentano uno spaccato naturale di indescrivibile bellezza, invidiate in tutto il mondo.

È intollerabile che ci sia, nel 2022, qualcuno che ancora scarichi rifiuti abusivamente a mare o nelle campagne in provincia, L’intervento dei volontari deve spronare affinché si faccia di più e meglio nella gestione dei rifiuti e inoltre deve essere compreso che il mantenimento della cosa pubblica e il rispetto della natura sono un obbligo di ogni cittadino, a maggior ragione per una città come Siracusa che fa del turismo la sua principale fonte di reddito. La giornata si è conclusa con svariati chili di spazzatura, rifiuti di ogni tipo, dalle tradizionali cicche di sigaretta, funi per imbarcazioni, plastiche varie, bottiglie di vetro, resti di reti, lenze da pesca e infine un intera tanica di olio, sporco, che anziché essere regolarmente stoccato era nascosto dietro un cespuglio.

Fortunatamente – ha dichiarato il Presidente della Consulta Comunale Giovanile Nicolò Saetta – il contenitore non presentava fori, mantenendo l’area circostante salva da eventuali sversamenti, non possiamo sapere se in passato simili taniche siano state illegalmente svuotate, magari un’attività di indagine per verificare la salubrità dei luoghi sarebbe appropriata, riteniamo che sia necessaria un’azione politica finalizzata ad una maggiore sensibilizzazione delle nostre meravigliose coste, ricordiamoci che oltre che essere una zona ricreativa per noi siracusani rappresenta un introito economico non indifferente, a maggior ragione con l’avvicinarsi dell’estate e del turismo intensivo, non è un bel biglietto da visita“.

Ormai da tempo i volontari sono attivi su tutto il territorio di Siracusa, l’azione congiunta fra le diverse realtà presenti, permette un intervento più efficace, “In occasione della giornata mondiale dell’ambiente – ha dichiarato la Referente Territoriale per la città di Siracusa Chiara Pino, promotrice della giornata -, ho pensato che potesse essere una grande occasione unire più realtà attive già singolarmente sul territorio siracusano per ripulire uno dei luoghi che sarà maggiormente frequentato nel periodo estivo. L’impegno di Plastic Free è quello di organizzare eventi di raccolta plastica e spazzatura, per dare nuova vita a territori completamente sommersi dai rifiuti e per sensibilizzare i cittadini, con l’obbiettivo di aumentare la consapevolezza che non esiste un pianeta di serie B”.

Abbiamo sostenuto questa iniziativa fin dal primo momento in cui ci è stata proposta dalla referente di Plastic Free Chiara Pino – ha concluso il Presidente del Rotaract Club Siracusa Monti Climiti Nicoletta Calì -. La filosofia del Rotaract è quella di soddisfare le esigenze della comunità locale, promuovendo cambiamenti positivi e duraturi attraverso l’impegno dei propri soci. Ed è proprio la tematica della salvaguardia dell’ambiente che negli ultimi anni è oggetto di molti progetti della nostra associazione. Siamo speranzosi che eventi come questi possano sensibilizzare tutta la comunità nella cura del nostro territorio.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo