In tendenza

Siracusa, il bar nell’ex piazza d’Armi del castello Maniace è legittimo e potrà riaprire

Il Consiglio di giustizia amministrativa dà torto a Italia Nostra respingendo il ricorso

Il bar nell’ex piazza d’Armi del castello Maniace è (era?) legittimo. E dopo il Tar, anche il Consiglio di giustizia amministrativa dà torto a Italia Nostra respingendo il ricorso per tutti i motivi di violazione di legge sia della concessione demaniale, sia dei pareri della Soprintendenza e del permesso a costruire.

I giudici hanno ripercorso l’intera vicenda che ha preso il via nel 2017 con la concessione dell’area e la possibilità di realizzare il chiosco delle polemiche, quindi ha ricordato come in primo grado siano stati rigettati tutti i ricorsi. E anche in appello non cambia, visto che sono state riproposte pedissequamente le argomentazioni già articolate e rigettate.

Per di più, Italia Nostra è stata condannata a rifondere le spese del doppio grado di giudizio per 5 mila euro in favore delle amministrazioni rappresentate dall’avvocatura dello Stato e in 5 mila a favore della società Senza confine in liquidazione giudiziale. Con il curatore, se vorrà, che potrà riaprire il bar.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni