fbpx

Siracusa, il Cga si è espresso: Francesco Italia resta sindaco. Respinto il ricorso di Reale |Le motivazioni della sentenza

Si chiude così una vicenda nata subito dopo l'elezione del 10 giugno 2018

Francesco Italia resta sindaco di Siracusa. Il Cga ha infatti accolto il ricorso presentato dal primo cittadino in opposizione alla sentenza del Tar di Catania che prevedeva la ripetizione delle elezioni in 9 sezioni. Si conclude così la vicenda iniziata subito dopo l’elezione del sindaco a seguito del ricorso presentato da Ezechia Paolo Reale.

Quest’ultimo aveva vinto il primo round, quello del Tar, con una sentenza dei giudici amministrativi etnei che avevano annullato tutti gli atti di proclamazione di sindaco e Consiglio comunale disponendo la ripetizione delle elezioni in 9 sezioni (la 14, 20, 46, 61, 75, 95, 99, 116 e 123). Il Tribunale di primo grado aveva ritenuto che limitatamente alle 9 sezioni contestate andasse disposto l’annullamento delle operazioni di voto, essendo state violate le regole poste a presidio della legittimità, trasparenza e regolarità della votazione e dello scrutinio.

Una decisione che aveva portato il commissariamento dell’ente per 24 ore circa, anche se poi il commissario nominato dalla Regione non ha mai avuto il tempo di insediarsi a Siracusa in quanto il sindaco Italia con un ricorso d’urgenza “inaudita altera parte” aveva ottenuto una prima sospensione dal Cga, poi confermata a inizio anno fino all’udienza di merito. Adesso, dopo una lunga Camera di Consiglio ecco che i giudici amministrativi hanno deciso di accogliere il ricorso di Italia, respingendo l’appello incidentale di Ezechia Paolo Reale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo