fbpx

Siracusa, il cordoglio per la morte del presidente del Parco archeologico di Siracusa Calogero Rizzuto

Collaboratore prezioso e custode integerrimo del patrimonio archeologico della città

Il Presidente, il Consigliere delegato, il Sovrintendente, i membri del Consiglio di amministrazione e tutto il personale della Fondazione Inda esprimono profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa dell’architetto Calogero Rizzuto, Direttore del Parco archeologico di Siracusa, e si uniscono alla famiglia nel ricordo dell’uomo di cultura, collaboratore  prezioso e custode integerrimo del patrimonio archeologico della città.

Il presidente del parco Archeologico aveva contratto una polmonite interstiziale e quindi era stato sottoposto al tampone per il coronavoris, risultando positivo al test. Le sue condizioni di salute sarebbero peggiorate dopo una prima fase che lo ha costretto al ricovero.

“L’Amministrazione della Città di Siracusa comunica con grande dolore la scomparsa dell’architetto Calogero Rizzuto, Direttore del Parco Archeologico di Siracusa. La cultura siciliana e nazionale subiscono una gravissima perdita alla luce della personalità di Calogero, della sua grande professionalità e del suo tratto umano prezioso e raro.” Con queste parole il sindaco Francesco Italia e l’assessore alla Cultura Fabio Granata, a nome dell’Amministrazione comunale, esprimono il cordoglio della Città per la scomparsa del Direttore del Parco Archeologico di Siracusa Calogero Rizzuto. “Ci stringiamo con amore e grande vicinanza alla famiglia di Calogero Rizzuto e ne onoreremo la Memoria non appena questa fase delicata e drammatica della vita della Città e della nostra Italia sarà solo un brutto ricordo. Riposa in pace Direttore!

Ho appreso con sgomento la notizia della scomparsa di Calogero Rizzuto, direttore del Parco Archeologico di Siracusa, un professionista serio e una figura di alto profilo istituzionale per il nostro territorio.” Lo dichiara Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Attività Produttive all’ARS.

Nel seguire in prima persona la recente vicenda che ha visto contrapposti proprio i vertici del Parco Archeologico e l’Inda sulla concessione del Tetro Greco di Siracusa, ho ritrovato nel dottor Rizzuto un interlocutore serio e autorevole – continua Cafeo – e pur nel rispetto delle reciproche posizioni, non sempre coincidenti, era chiaro ed evidente in lui, come in tutti gli altri protagonisti della vicenda, il desiderio di trovare una soluzione condivisa e utile a tutti”.

Al rammarico per la grave scomparsa, si aggiungono la rabbia e la frustrazione per un virus che sta mietendo in Italia e nel mondo migliaia di vittime – prosegue l’On. Cafeo – stiamo combattendo una guerra pericolosa e anomala, con un nemico potente e invisibile, ma non invincibile. Se restiamo a casa e rispettiamo le prescrizioni dettate dall’urgenza del momento, sono infatti convinto che alla fine saremo noi a trionfare”.

Rivolgo infine un pensiero ai familiari del dottor Rizzuto – conclude l’On. Cafeo – che oltre al dolore della scomparsa hanno dovuto subire anche gli effetti dei protocolli di sicurezza che costringono al completo isolamento i malati da Covid-19, impedendone finanche l’ultimo saluto”.

Ci uniamo al dolore della famiglia, degli amici e dei colleghi per la grave perdita di Calogero Rizzuto, presidente del Parco archeologico di Siracusa e già soprintendente ai Beni culturali di Ragusa. Il vuoto che lascia è purtroppo reso ancor più drammatico dalle circostanze della sofferenza che lo ha avvolto negli ultimi giorni. Lo ricordiamo per i tanti anni di impegno e dedizione spesi in favore delle istituzioni culturali siciliane”. Lo dicono i deputati del gruppo parlamentare M5S all’Assemblea regionale siciliana.

Profondo cordoglio per la morte di Calogero Rizzuto, il direttore del Parco archeologico di Siracusa Eloro e villa del Tellaro, deceduto stamane a causa del Coronavirus anche dal presidente della Regione, Nello Musumeci

Lo avevo conosciuto alcuni mesi fa apprezzandone, da subito, le sue qualità umane e professionali, per questo motivo lo avevo nominato per rilanciare l’area archeologica aretusea. Con la sua scomparsa, la Regione Siciliana perde un dirigente serio e capace. Alla famiglia vanno le condoglianze del governo regionale“.

La deputata regionale di Fratelli d’Italia, Rossana Cannata, esprime profondo cordoglio per la scomparsa del direttore del parco archeologico di Siracusa, Calogero Rizzuto. “Professionista di grande cultura e disponibilità, sempre pronto a spendersi con immediatezza – commenta l’on. Rossana Cannata – l’architetto Rizzuto rimarrà nella mente e nel cuore di quanti hanno avuto il privilegio di collaborare e confrontarsi con lui. Alla famiglia le mie sentite condoglianze”.

Profondo cordoglio dal sindaco di Avola, Luca Cannata, per la morte di Calogero Rizzuto, direttore del Parco archeologico di Siracusa, Eloro e Tellaro. “Incontrato subito dopo l’insediamento – le parole del primo cittadino – siamo stati in sintonia parlando sul futuro del patrimonio archeologico e storico. Aveva grandi prospettive di crescita dal Parco archeologico di Siracusa e dei beni culturali delle città della nostra provincia come per la gestione della Villa Romana. Da parte mia e dell’amministrazione comunale esprimo profonda tristezza per questa notizia e va la mia sentita vicinanza alla famiglia”.

“La scomparsa di Calogero Rizzuto, direttore del Parco Archeologico di Siracusa, è una notizia terribile per il nostro territorio, siamo vicini al dolore della famiglia e degli amici”. Lo dichiarano Innocenzo Russo, Presidente di CNA Siracusa e Pippo Gianninoto, Segretario provinciale.

La morte del direttore Rizzuto ci lascia orfani di una figura di altissimo livello – continuano Russo e Gianninoto – un professionista che aveva iniziato un difficile percorso finalizzato alla valorizzazione dei nostri beni culturali, volano economico da cui ripartire una volta terminata l’emergenza sanitaria”.

L’occasione tragica ci ricorda, una volta in più, di mantenere altissima la guardia e di rispettare le prescrizioni di legge destinate a limitare il contagio da COVID-19 – concludono Russo e Gianninoto – soltanto in questo modo potremo contenere il sovraccarico del sistema sanitario ed evitare ulteriori bollettini di guerra”.

Il  Consorzio Universitario Archimede esprime il proprio cordoglio e le proprie condoglianze alla famiglia e ai cari per la scomparsa del Dott. Calogero Rizzuto, Direttore del nostro Parco Archeologico della Neapolis, con il quale si sono condivise, anche nei mesi scorsi, tante importanti iniziative culturali. Una persona validissima e sempre a disposizione di tutti. Una gravissima perdita per la nostra città e per tutta la comunità dei beni culturali di Siracusa.” Queste le parole del presidente del Consorzio Universitario Archimede Silvano La Rosa.

Il sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, l’amministrazione comunale, il presidente del Consiglio, Paolo Amenta, tutto il Consiglio comunale, e la comunità canicattinese, esprimono il più sentito cordoglio alla famiglia per la scomparsa, vittima del Covid-19, del Dott. Calogero Rizzuto, Presidente del Parco Archeologico di Siracusa ed ex Soprintendente ai Beni Culturali.

Abbiamo appreso con profondo dolore la notizia della scomparsa di Calogero Rizzuto. Un uomo di valore assoluto, prima ancora di essere un professionista capace, moderno e concreto. Nelle sue mani, il parco archeologico di Siracusa, Eloro ed Akrai aveva trovato una guida forte e autorevole“, ricordano i deputati Maria Marzana, Paolo Ficara, Filippo Scerra, Pino Pisani, Giorgio Pasqua e Stefano Zito“Con profondo rispetto verso il dolore immenso di una simile perdita, ci uniamo al cordoglio della famiglia e degli amici. Il coronavirus mostra così anche a Siracusa il suo aspetto drammatico. Invitiamo tutti a rispettare norme e regole per il contenimento dei contagi. Nessuno pensi di poter giocare con la pandemia di covid-19”, concludono i deputati.

“La notizia del decesso del caro amico Calogero Rizzuto, il direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro e Villa Romana del Tellaro, mi ha letteralmente sconvolto. Perdiamo una persona di grande professionalità, di estremo senso del dovere e di grande umanità. Alla famiglia tutta la mia vicinanza, così come quella della comunità che rappresento”. Lo ha detto il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, esprimendo tutto il suo cordoglio per la morte dell’arch. Calogero Rizzuto nel consueto video di aggiornamento sull’emergenza Coronavirus pubblicato sui social del Comune di Noto.

Rizzuto, dopo la nomina a direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro e Villa Romana del Tellaro, era stato ospite a Noto diverse volte e grazie anche al suo interessamento erano stati compiuti passi importanti verso la riapertura, ormai prossima, del Museo Archeologico di corso Vittorio Emanuele.

Queste le parole di Stefania Prestigiacomo: “Ancora incredula per la terribile notizia, sento il dovere di dire pubblicamente che Calogero Rizzuto lascia un grande vuoto. Un vuoto di competenza, di professionalità, di carattere, di cuore. Se n’è andato tragicamente, travolto dalla nuova peste e forse anche dalle carenze storiche della nostra sanità che l’epidemia evidenzia tutte, assieme è giusto sottolinearlo, a tanti eroismi e sacrifici di una classe medica che non si sta risparmiando. Noi lo ricorderemo per il grande dirigente dei beni culturali che ha dimostrato d’essere in tutta la sua carriera e per le qualità umane che ha sempre mostrato in chi ha avuto il privilegio della sua consuetudine. Lo ricorderemo e rimpiangeremo che se ne sia andato così giovane e proprio quando poteva dare moltissimo a Siracusa da direttore del Parco Archeologico, civil servant anche spigoloso ma preparatissimo, puntuale, inflessibile. Come quando nell’estate di due anni fa, brevemente Soprintendente facente funzioni nella nostra città, ebbe il coraggio di emettere l’ordinanza della rimessione in pristino della piazza d’armi del Maniace, ordinanza che ha resistito ad un interminabile giudizio del Tar che alla fine non ha potuto che confermarne la legittimità. Addio Calogero. Ci mancherai e mancherai a Siracusa

Calogero Rizzuto era un bravissimo architetto che ha avuto il merito di aprire al pubblico per la prima volta i depositi del museo archeologico Paolo Orsi di Siracusa, consentendo di potere ammirare decine di migliaia di reperti sulla storia più antica della Sicilia, che rischiavano di essere dimenticati nei magazzini“. Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, esprime profondo cordoglio per la morte di Calogero Rizzuto, il direttore del Parco archeologico di Siracusa, deceduto stamane a causa del Coronavirus. “Il direttore Rizzuto stava seguendo tanti progetti per la valorizzazione dei siti della città e per avvicinare la comunità siracusana al Parco – ha proseguito Miccichè -. Sono vicino ai familiari a cui vanno le mie condoglianze e quelle dell’Assemblea regionale siciliana“.

“La tragica notizia della morte del direttore del parco archeologico di Siracusa, l’architetto Calogero Rizzuto, coglie di sorpresa e amareggia tutti noi. Adesso bisogna tutelare tutti i lavoratori disponendo la chiusura di ogni ufficio collegato al parco e degli stessi musei locali”. Così, Vera Carasi, segretario generale della UST Cisl Ragusa Siracusa, e Daniele Passanisi, segretario generale della FP territoriale, dopo la scomparsa del direttore Rizzuto. “Siamo vicini alla famiglia Rizzuto e a quanti ne hanno sottolineato capacità e spessore umano – aggiungono i due segretari – Adesso, anche per dare un senso a questa morte così assurda, dobbiamo essere in grado di sostenere tutti i lavoratori, amministrativi e custodi, che in queste settimane hanno ancora garantito operatività e presenza. Sappiamo che non è questo il momento delle polemiche, ma anche la ricostruzione fornita da una lettera inviata il 14 marzo scorso da un deputato regionale alla Prefettura di Siracusa pone domande ben precise. Ci sono stati dei ritardi, questo appare evidente. Sappiamo che il protocollo è stato attivato subito dopo il ricovero del dottor Rizzuto. Collaboratori e parenti a stretto contatto sono stati sottoposti al tampone. Oggi, però, dopo il tragico epilogo, restano ancora aperti uffici che, in queste settimane, sono stati potenziali luoghi di contagio. La Cisl FP siracusana aveva già chiesto il 16 marzo scorso chiarimenti al Dirigente Generale del Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e a quelli locali e già allora avevamo sollevato perplessità sulla tempistica adottata per gli interventi di sanificazione e tutela della salute dei lavoratori. Addetti alla custodia, tra l’altro, che non hanno, responsabilmente e pur senza direttive precise, abbandonato il posto di lavoro. Chiudere al pubblico tutti i musei è stata, a suo tempo, una saggia decisione. Adesso bisogna pensare concretamente e urgentemente a quanti continuano, a proprio rischio e pericolo, la propria attività. I luoghi di lavoro, quelli che non sono di primaria necessità, non possono trasformarsi in linee di trincea. Ai vertici regionali chiediamo immediata ordinanza a tal proposito. A Sua Eccellenza il Prefetto, della quale apprezziamo l’instancabile impegno di questi giorni difficili, affidiamo la nostra richiesta di intervento a tutela della salute di decine di lavoratori e, quindi, delle rispettive famiglie.”

Per il movimento politico Lealtà e Condivisione la prematura scomparsa di Calogero Rizzuto “rappresenta una grave perdita non solo per i familiari ma anche per la cultura siciliana ed il nostro territorio, di cui egli era autorevole esponente nel campo della tutela dei beni culturali, ove meritoriamente aveva nel tempo assunto cariche di rilievo e da ultimo il prestigioso incarico di dirigente del Parco Archeologico di Siracusa. Desideriamo, come associazione, manifestare la nostra vicinanza alla famiglia e, al tempo stesso, chiedere che si faccia luce sulle controverse circostanze che hanno portato al tragico evento, data la diffusione di resoconti, già di pubblico dominio, che sollevano gravi dubbi sulla celerità ed adeguatezza delle procedure poste in essere per gestire e risolvere il caso in questione. E’ certo prerogativa degli organi di controllo accertare in maniera tempestiva ed esauriente eventuali profili di responsabilità, per fornire le giuste risposte alla famiglia ed alla comunità; ma è nell’interesse stesso delle autorità sanitarie far sì che le prevedibili polemiche che ne scaturiranno non incrinino la fiducia che i cittadini, pur in comprensibile apprensione per la diffusione del contagio, ripongono nell’opera infaticabile e generosa di cui danno prova quotidianamente medici e personale sanitario, chiamati ad operare, spesso, in condizioni di estrema difficoltà. E questo può avvenire se, non solo per l’evento registrato, ma più in generale, si attiva una interlocuzione continua, trasparente e rassicurante con le popolazioni relativamente alle modalità con le quali il nostro sistema sanitario locale sta operando per far fronte all’emergenza in atto“.

Cordoglio anche da Fulvia Toscano, portavoce dell’associazione Art.9: “La scomparsa di Calogero Rizzuto, direttore del Parco archeologico di Siracusa, lascia un vuoto incolmabile e addolora quanti hanno avuto il piacere di conoscerlo, di operare con lui, di condividere programmi e strategie finalizzate alla tutela e promozione dei beni culturali. L Associazione Art. 9 aveva, da subito, accolto con gioia la notizia del prestigioso incarico affidato a Rizzuto, riconoscendogli tutte quelle doti, da tutti certo apprezzate, di competenza, equilibrio, non disgiunte sia da una innata signorilità e disponibilità all’ ascolto sia da una sicura e consolidata visione d’insieme delle problematiche di gestione di sistemi complessi, quale i parchi archeologici, che Rizzuto aveva visto, per così dire, nascere al tempo della originaria ideazione e programmazione voluta dall allora assessore Fabio Granata, con cui Rizzuto ha condiviso importanti e decisive esperienze di governance. Proprio di recente Art 9 aveva avuto Il piacere di ospitare Rizzuto condiviso come relatore in un partecipato incontro a Siracusa a Palazzo Vermexio, su temi inerenti le politiche su e per i patrimoni. Per molti membri della associazione Calogero Rizzuto non era solo un insostituibile interlocutore culturale, era un amico altrettanto insostituibile. Ci stringiamo intorno ai familiari e alla città tutta di Siracusa, consapevoli che con Rizzuto scompare uno straordinario protagonista della cultura aretusea e della Sicilia tutta”.

La Consulta delle Associazioni di categoria esprime sincero cordoglio per la prematura scomparsa dell’Architetto Calogero Rizzuto, Direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro, vittima della terribile polmonite interstiziale da coronavirus. “In questo clima di paura e misure sempre più stringenti per contenere il contagio da Covid-19, la notizia della perdita dell’arch. Rizzuto ferisce profondamente la nostra comunità che strenuamente continua a lottare per superare questa crisi senza precedenti. “Tutti noi perdiamo un grande professionista – dichiara Elio Piscitello, coordinatore della Consulta- un uomo instancabile nel lavoro svolto presso la Soprintendenza di Siracusa e sempre prodigo a sviluppare progetti ambiziosi per il nostro territorio, tanto da vedersi affidato il prestigioso incarico di primo direttore del parco provinciale la scorsa estate”. Le sigle della Consulta Agci, Casartigiani, Cia, Cna, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, CopAgri, Sicilia Impresa, si uniscono al comune cordoglio esprimendo vicinanza ai familiari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo