In tendenza

Siracusa, il presidente di Federalberghi: “Abbiamo le idee chiare e vogliamo farci sentire. La nostra è una città turistica, ma c’è molto da fare”

Federalberghi fondata di recente per guardare oltre le difficoltà della pandemia

Fare squadra in un momento delicato come quello dell’emergenza sanitaria per guardare oltre alle difficoltà e studiare un piano di rilancio turistico per Siracusa. Con questo spirito nasce Federalberghi Siracusa (Confcommercio).

“Siracusa è una città a vocazione turistica, ma mancano ancora troppi servizi – a dichiararlo è il presidente Alberto Carpenzano (hotel Presidente ed hotel Eloro) – Però noi abbiamo le idee chiare e quindi adesso non rimane che sbracciarci e lavorare. E’ il momento di farci sentire anche a livello regionale e nazionale”.

E poi sulla pandemia: “Le perdite economiche delle strutture ricettive non sono quantificabili, ma c’è voglia di ripartire nonostante la paura”  – continua Carpenzano.

A comporre il direttivo, oltre la presidente, la vice presidente Maria Uccello (hotel Posta), consiglieri Andrea Carpenzano (grand hotel villa Politi), Luigi Cavarra (hotel Roma e hotel Caiammari), Orazio Spina (Casal Di Noto), Gabriele Piselli (Palazzo Salomone), Claudia Perasole (B&B Giuggiulena).

QUI l’intervista video


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo