fbpx

Siracusa, il “Treno del Barocco” fermerà a Fontane Bianche dal 9 agosto al 6 settembre: gli orari

Si tratta di 18 corse in totale, nove da Siracusa a Ragusa e altrettante in senso opposto che fermano anche ad Avola, Noto, Modica, Ragusa Ibla, Ragusa

Il “Treno del Barocco” fermerà a Fontane Bianche dal 9 agosto al 6 settembre, come anticipato la scorsa settimana da SiracusaNews. E ad Avola.

“Ringrazio il sindaco Francesco Italia che ha avviato una interlocuzione diretta con l’assessore regionale Falcone, e quanti in questi mesi si sono battuti per ottenere che il “Treno del Barocco” fermasse a Fontane Bianche – dichiara l’assessore ai Trasporti Maura Fontana – L’iniziativa ha visto infatti la condivisione anche trasversale di diverse anime politiche (alcune da anni impegnate sull’argomento), delle associazioni che si occupano in particolare di mobilità, nonché dei comitati dei residenti delle aree balneari interessate. È un ottimo risultato non solo per la città ed anche per la valorizzazione di un importante sito a vocazione turistica da tempo abitato in maniera fissa da molti residenti. È stata una richiesta arrivata in maniera forte e che ha determinato i referenti regionali a modificare l’originario piano che vedeva Fontane Bianche esclusa. Manifesto la mia soddisfazione perché il dialogo, il confronto e il supporto reciproco con le diverse realtà attive in città da tempo instaurato, ha portato un risultato positivo così come in altre situazioni similari. A piccoli passi e con l’aiuto costruttivo di tutti si possono raggiungere traguardi importanti”. 

Nello specifico si tratta di 18 corse in totale, nove da Siracusa al comune ragusano e altrettante in senso opposto che fermano anche ad Avola, Noto, Modica, Ragusa Ibla, Ragusa. Proprio in occasione della presentazione del nuovo servizio Trenitalia aveva già aperto alla possibilità di aggiungere al percorso la stazione di Fontane Bianche, così da ampliare l’offerta, aiutare il collegamento tra Siracusa e una delle zone balneari maggiormente battute e consentire – soprattutto – l’utilizzo di un mezzo alternativo alla macchina.

Esprime grande soddisfazione Lealtà e condivisione: “si tratta di un primo risultato che andrà accompagnato da altre misure organiche (a partire dal collegamento tra la stazione di Fontane Bianche e le zone balneari ma anche con la frazione di Cassibile), così da rendere realmente appetibile il ricorso a modalità intermodali alternative ed eco sostenibili di mobilità urbana. Ringraziamo quanti, associazioni e singoli cittadini, hanno raccolto il nostro invito, condiviso con Circolare Siracusa, a partecipare alla manifestazione organizzata per il 19 luglio scorso, che ha dato una spinta determinante alla soluzione del problema, resa possibile anche grazie alla pronta disponibilità dimostrata dalle Ferrovie dello Stato e dal governo Regionale. Un lavoro comune, frutto della sinergia tra residenti, cittadini, associazioni, politica ed istituzioni, da prendere da modello per il futuro. Doveroso pertanto ringraziare i nostri rappresentanti istituzionali, dal sindaco di Siracusa, ai deputati nazionali e regionali, ai consiglieri comunali che si sono impegnati in prima persona per raggiungere questo primo importante risultato”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo